F1 Belgio, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Si è concluso il secondo turno di prove del Belgio. Come al mattino Ferrari in forte difficoltà. Non sarà un weekend in discesa per lei.

(©F1 Twitter)

Ancora con un cielo grigio come al mattino è scattata la seconda sessione di prove libere sul circuito di Spa.
Le Alfa Romeo sono le prime a scendere in pista.

Antonio Giovinazzi su gomme medie ferma il cronometro sull’1’49″716
1’46″402 per il compagno di squadra Kimi Raikkonen su medie che sta girando con una parte dell’alettone dipinta col fluo-vis.
1’45″212 per la Red Bull di Alex Albon che passa al comando.

Dopo i guai tecnici patiti da entrambe le monoposto stamane la Haas è quasi pronta a tornare in azione.

1’44″354 per la Red Bull di Max Verstappen, intanto il ferrarista Sebastian Vettel è vittima di un’uscita senza conseguenze.

1’43″840 per il solito Lewis Hamilton su Mercedes

A 22′ dalla fine il box Renault consiglia a Daniel Ricciardo di parcheggiare in zona Kemmel Stright e spegnere l’auto. Forse noie idrauliche per lui.

A mezz’ora dalla fine è finalmente l’ora delle Haas.

Brivido per Ham che a gomme hard fredde ha perso per un attimo il controllo della sulla W11 in uscita dalla pit lane.

A 15′ dalla bandiera Mad Max comanda con un 1’43″744 davanti a Ricciardo malgrado i problemi e ad Ham. Ferrari ancora dietro le Alfa con Leclerc 15° e Vettel 17°.

Bandiera rossa a 13′ dalla chiusura per detriti alla curva 1. Un cartello pubblicitario è finito in pista.

Dopo qualche minuto si riprende.

Bandiera a scacchi! Tutto rimane congelato con Max Verstappen a precedere Daniel Ricciardo e Lewis Hamilton. Ferrari con un distacco superiore al secondo e mezzo con Leclerc 15° e Vettel 17°.

(©F1 Twitter)