Bernie Ecclestone torna in F1: c’è lui dietro all’acquisizione della Williams?

0
147

Spunta l’ipotesi che dietro al passaggio di proprietà della Williams ci sia Bernie Ecclestone, che farebbe così il suo clamoroso ritorno in Formula 1

Bernie Ecclestone (Getty Images)
Bernie Ecclestone (Getty Images)

Un giornalista di Formula 1 lancia l’ipotesi bomba: nell’acquisizione della Williams sarebbe coinvolto anche Bernie Ecclestone. Già nei mesi scorsi, quando si diffuse la notizia della messa in vendita dello storico team inglese, l’ex patron del Mondiale a quattro ruote aveva commentato che l’eventuale sparizione della Williams sarebbe stata “una grande perdita” per questo sport. E aveva aggiunto: “Mi sto guardando in giro per trovare persone che potrebbero o vorrebbero essere coinvolte”.

Il nuovo acquirente si è trovato nel fondo d’investimento newyorkese Dorilton Capital, ma il giornalista Janne Aittoniemi, del quotidiano finlandese Ilta Sanomat, ha voluto guardare più a fondo e ha notato un dettaglio cruciale. Il team, infatti, è stato acquistato da una controllata di Dorilton, chiamata Bce Limited. E Bce sono esattamente le iniziali dell’89enne: Bernard Charles Ecclestone.

Ecclestone mette le mani sulla Williams?

Vorrà dire qualcosa? Chi lo sa. Quel che è certo è che “è difficile trovare informazioni su questa misteriosa Bce Limited”, ha aggiunto Aittoniemi. Un’altra indiscrezione che circola in queste ore riguarda il possibile cambio al vertice dopo il passaggio di proprietà, con l’uscita di scena della team principal Claire Williams. Ecclestone aveva dichiarato a giugno: “Frank gestiva il team in modo molto operativo. Purtroppo l’attuale management non ha il suo stesso status. Lui potrebbe risolvere la situazione”.

Interrogato in merito al futuro della squadra, l’attuale pilota George Russell ha dichiarato: “Non ci ho pensato. Ma la famiglia Williams occupa un posto importante nella storia della Formula 1. Sono sicuro che Frank non avrebbe venduto il team se non fosse sicuro di dargli il miglior futuro possibile. Ma il compito di un pilota è di guidare, quindi lascerò queste domande alle persone che possono rispondere in modo appropriato”.

Leggi anche —> Il prezzo di un team: quanto pagano gli americani per comprarsi la Williams

La Williams di George Russell in pista al Gran Premio di Spagna di F1 2020 a Barcellona (Foto Josep Lago/Pool/Afp/Getty Images)
La Williams di George Russell in pista al Gran Premio di Spagna di F1 2020 a Barcellona (Foto Josep Lago/Pool/Afp/Getty Images)