Celestino Vietti ha colto il suo primo successo nel Motomondiale al GP di Stiria di Moto3. E ora è il momento di ringraziare il maestro Valentino Rossi

Celestino Vietti festeggia la vittoria al Gran Premio di Stiria di Moto3 2020 al Red Bull Ring (Foto Sky Racing Team VR46)
Celestino Vietti festeggia la vittoria al Gran Premio di Stiria di Moto3 2020 al Red Bull Ring (Foto Sky Racing Team VR46)

In un firmamento delle classi inferiori che continua ad essere dominato dai colori italiani, domenica scorsa, nel Gran Premio di Stiria di Moto3, si è accesa anche la luce di Celestino Vietti. Il 18enne pilota dello Sky Racing Team VR46 ha rotto il ghiaccio della sua prima vittoria nel Motomondiale, al Red Bull Ring, festeggiata poi tornando a casa, vicino a Torino, con gli amici e la famiglia.

Eppure, oltre ai suoi cari, c’è un altro nome che Vietti ha ringraziato per averlo portato al successo: quello del suo maestro e mentore Valentino Rossi. “È una presenza molto vicina”, ha spiegato ai microfoni del quotidiano sportivo Tuttosport, “quando hai bisogno di un consiglio lui c’è sempre. A volte mi ha detto delle cose che sul momento non ho subito interiorizzato, poi ci ho riflettuto e ho scoperto che erano importanti. Sapere che c’è Valentino è molto importante”.

Celestino Vietti in crescita in Moto3

Anche la sua VR46 Riders Academy si è rivelata importante nella crescita agonistica di Celestino: “Fondamentale”, conferma lui, “senza l’apporto dell’Academy non so se ce l’avrei fatta. È una questione tecnica, ma anche una questione di budget. Fondamentale”.

Ora che ha colto il suo primo successo, Vietti può puntare ad altre soddisfazioni sempre maggiori: “La vittoria era l’obiettivo e, come ho detto a caldo, un sogno che si realizza. Ora l’obiettivo diventa dare continuità al mio rendimento in pista. Credo che per tutti noi giovani la MotoGP sia in cima alle priorità, ma è importante progredire senza fretta. Se sarò competitivo dovrei riuscire ad arrivarci”.

A partire dal prossimo appuntamento, quello di casa di Misano Adriatico: “L’attesa è tanta, ma bisognerà essere freddi e veloci allo stesso tempo. L’anno scorso, senza lockdown, è stato molto bello. C’erano gli amici torinesi e quelli di Tavullia, una grande sensazione”.

Leggi anche —> Giornata storica per lo Sky Racing Team VR46: vittorie di Cele e Bez

Celestino Vietti festeggia la vittoria al Gran Premio di Stiria di Moto3 2020 al Red Bull Ring (Foto Sky Racing Team VR46)
Celestino Vietti festeggia la vittoria al Gran Premio di Stiria di Moto3 2020 al Red Bull Ring (Foto Sky Racing Team VR46)