MotoGP, Aleix Espargarò: “Adesso dobbiamo migliorare i freni”

0
62

Aleix Espargarò fuori dalla top ten anche in Stiria, ma il pilota Aprilia resta fiducioso: “Questa moto 10 volte più veloce della versione 2019”.

Aleix Espargaro (getty images)

Un altro week-end fuori dalla top-10 per il team Aprilia. Aleix Espargarò chiude il GP della Stiria al 12° posto, Bradley Smith è solo 19°. Per il catalano una gara tutto sommato in rimonta dopo essere partito dalla 19esima piazza in griglia di partenza, ma non sono certo i risultati che la casa di Noale e il pilota si attendevano alla vigilia del campionato 2020.

Aleix Espargaró conserva una buona dose di ottimismo, consapevole che la RS-GP è ancora una moto che deve sviluppare il suo potenziale. “Questo circuito non è necessariamente adatto alla nostra moto, ma le prestazioni erano comunque buone. Quello che abbiamo ottenuto dopo il riavvio era il limite. Abbiamo concluso la gara davanti a due Yamaha e Johann Zarco e non mi è mancato molto per raggiungere Valentino. Il fine settimana non è stato un disastro”.

Problemi ai freni per Aleix

Quando Aleix Espargarò ha visto sventolare la bandiera rossa ha subito pensato a quanto successo la settimana prima, all’incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli. Stavolta la causa era la rottura dei freni della Yamaha, con Maverick Vinales costretto a saltare dalla moto in corsa. “Mi sono rassicurato quando ho sentito che stava bene”, ha detto il pilota Aprilia. Ma la sicurezza resta un argomento scottante. “Stiamo diventando sempre più veloci. Le gomme stanno migliorando, abbiamo più carico aerodinamico. Per via di questi miglioramenti, tuttavia, freniamo anche più tardi. Il problema è che i freni non migliorano. Chiediamo molto da loro. Forse dovremmo migliorare in questo settore”.

Nel suo box si lavora ancora sui dettagli che possono fare la differenza. Le qualifiche hanno fortemente penalizzato il risultato finale di Aleix Espargarò che proverà a rifarsi nel prossimo GP di San Marino. “Dobbiamo ottenere il massimo da ciò che abbiamo a disposizione e lavorare sodo. Abbiamo il potenziale per entrare nella top 10 o nella top 6. I tempi sul giro lo dimostrano. Ovviamente dobbiamo anche migliorare la moto, ma la mia sensazione mi dice che questa moto è dieci volte migliore del modello 2019. Dobbiamo dimostrarlo più spesso”.

Aleix Espargaro
Aliex Esargaro (getty imges)