F1, il calendario 2020 si arricchisce di un nuovo appuntamento a sorpresa

0
110

Nella giornata di martedì la FIA ha ufficializzato le ultime gare dell’anomalo calendario della F1 post Covid. Una è un ritorno a sorpresa.

(©Getty Images)

Con oggi si è conclusa, o almeno si spera, la ricerca delle piste teatro di un mondiale della massima serie totalmente sconvolto dall’emergenza sanitaria da Coronavirus. Per quanto riguarda l’Italia è stato confermato in maniera definitiva l’appuntamento di Imola in programma l’1 novembre. Due settimane dopo invece si andrà in Turchia sul circuito dell’Istanbul Park, un tracciato non più visitato dalla F1 dl 2011 e che nelle 7 edizioni disputate per ben 3 volte ha sorriso alla Ferrari.

Il 29 novembre la carovana si trasferirà, come vociferato da tempo, in Bahrain e lì rimarrà anche nel weekend successivo, mentre la chiusura spetterà secondo consuetudine ad Abu Dhabi il 13 dicembre.

Alla fine dunque Chase Carey e soci sono riusciti a limitare i danni con 17 round sui 22 inizialmente in programma e in linea con l’obiettivo espresso all’inizio della pandemia quando qualcuno addirittura aveva ipotizzato la cancellazione del campionato.

Che cosa cambierà dal Belgio

Sempre questo martedì la Federazione ha reso noto che verrà applicato un alleggerimento alle regole da tenere nel paddock. Sebbene gli unici media ammessi continueranno ad essere quelli legati alle tv, da giovedì faranno di nuovo la loro apparizione le gigantesche hospitality. Questo per una ragione strettamente economica in quanto le scuderie hanno ravvisato che l’affitto del container e il catering esterno è più costoso che fare da sé. Insomma anche il prestigioso mondo del Circus, in tempi di magra si trova costretto a tirare la cinghia.

Calendario completo della F1 2020:

5 luglio Red Bull Ring, Austria
12 luglio Red Bull Ring, Austria
19 luglio Hungaroring, Ungheria
2 agosto Silverstone, GB
9 agosto Silverstone, GB
16 agosto Barcelona, Spagna
30 agosto Spa, Belgio
6 settembre Monza, Italia
13 settembre Mugello, Italia
27 settembre Sochi, Russia
11 ottobre Nurburgring, Germania
25 ottobre Portimao, Portogallo
1 novembre Imola, Italia
15 novembre Istanbul Park, Turchia
29 novembre Sakhir, Bahrain
6 dicembre Sakhir, Bahrain
13 dicembre Yas Marina, Abu Dhabi

Il motorhome della McLaren nel paddock del Gran Premio d'Australia di Formula 1 a Melbourne (Foto Peter Parks/Afp/Getty Images)
Il motorhome della McLaren  (Foto Peter Parks/Afp/Getty Images)

Chiara Rainis