Zarco all’attacco: “Facile stare con Valentino Rossi”

Zarco non ci sta a sentirsi nuovamente sotto attacco per l’incidente con Morbidelli e ha dato una stoccata a chi ha seguito le teorie di Valentino Rossi.

Zarco e Valentino Rossi (Getty Images)
Zarco e Valentino Rossi (Getty Images)

Johann Zarco dopo l’incidente di domenica scorsa con Morbidelli è stato ritenuto responsabile del crash venendo penalizzato in questa gara. Il francese, infatti, nonostante l’ottimo terzo tempo ottenuto quest’oggi in qualifica dovrà domani scatterà dal pit-lane.

Il rider della Ducati però non ha molto apprezzato l’atteggiamento dei commissari e in un’intervista con i colleghi di Canal+ ha così affermato: “La penalità la accetto e non farò appello perché penso che sia meglio voltare pagina e andare avanti per non portarci dietro altri strascichi di polemiche. La tesi portata dai commissari non mi trova d’accordo. Loro dicono che io avrei tagliato la strada a Morbidelli. Mi hanno detto che sono stato troppo ottimista a tentare quella manovra. Io, dal mio punto di vista, lo vedo come un incidente di gara, ma alla fine hanno preferito dare la colpa a me piuttosto che ad entrambi”.

Zarco: “Si tratta solo di cani che abbaiano”

Zarco però non ha nemmeno apprezzato le sfuriate di Valentino Rossi nei suoi confronti, anche se i due, come ha dichiarato lo stesso francese, si sono poi chiariti in privato. Non è la prima volta però che il Dottore attacca il transalpino per la sua eccessiva irruenza.

Il rider dell’Avintia allora ha così concluso: “Saltare sul carro di Valentino Rossi è facile, è un posto sicuro. Quando Valentino parla non si sbaglia mai quando lo si segue. Alla fine si tratta solo di cani che abbaiano e non sono preoccupato per questo”.

Antonio Russo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Le immagini dalla mia telecamera sono quelle che mi fanno più paura,perché da qui si può capire la velocità con cui la moto di Franco ha attraversato la pista proprio davanti a me.è passata talmente forte che io non l’ho neanche vista,quando sono tornato ai box ero già abbastanza scosso per aver visto la moto di Zarco letteralmente volare sopra la testa di Maverick.miracolosamente non si è fatto male nessuno ma spero che questo incidente faccia riflettere tutti,soprattutto noi piloti.Zarco non ha intenzionalmente causato una carambola del genere,ma resta comunque un grave errore di valutazione,che un pilota di MotoGP non può permettersi,soprattutto in una staccata da 310 km/h.spostandosi velocemente sulla destra e frenando “in faccia” a Franco,non gli ha lasciato il posto per rallentare,quindi Morbidelli non ha potuto fare altro che centrarlo a tutta velocità.capisco che in gara ci si gioca tanto e tutti danno il massimo per stare davanti,ma non dobbiamo dimenticarci che il nostro è uno sport pericoloso,e l’incolumità nostra è dei nostri avversari è molto più importante che guadagnare una posizione.

Un post condiviso da Valentino Rossi (@valeyellow46) in data:

Zarco e Rossi (Getty Images)
Zarco e Rossi (Getty Images)