Carmelo Ezpeleta, il boss Dorna interviene sulle polemiche

0
113

Carmelo Ezpeleta interviene sulle polemiche degli ultimi giorni dopo l’incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli.

L'amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
L’amministratore delegato della Dorna, Carmelo Ezpeleta, alla conferenza stampa in Qatar (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il GP d’Austria della scorsa settimana è stato costellato da polemiche. Tre gli episodi che hanno spinto il FIM Steward Panel a convocare alcuni piloti: prima Aleix Espargaró e Petrucci hanno avuto i loro battibecchi in qualifica, in gara Miguel Oliveira e Pol Espargaró sono caduti a terra dopo essersi toccati e Johann Zarco e Franco Morbidelli si sono resi protagonisti di un incidente alla curva 3 che poteva avere conseguenze drammatiche.

Dopo aver preso in esame tutti gli incidenti e aver parlato con le persone coinvolte, solo Johann Zarco è stato sanzionato con la partenza dalla pit-lane per la prossima gara. Serpeggia un certo malumore contro i commissari, Carmelo Ezpeleta prova ad intervenire sulla scena. “I Commissari hanno parlato con i piloti e non vedo un particolare risentimento tra i piloti. Zarco mi ha detto che aveva parlato con Morbidelli e Morbidelli mi ha detto che non capiva, ma anche che si è pentito di aver detto la cosa del mezzo assassino. Adesso hanno penalizzato Zarco e tutto è molto più normale. Se c’è più aggressività di quella che dovrebbe esserci dovranno fermarla i Commissari”, ha spiegato il boss della Dorna ad ‘AS’.

Una stagione sui generis

Gli organizzatori sono intervenuti allungando e fortificando la barriera alla curva 3 del Red Bull Ring, tanto per cominciare. “La seconda cosa era che gli Steward prendessero tutte le misure che ritenevano opportune e non sono mai entrato nelle decisioni degli arbitri. E la terza cosa è lavorare per il futuro e il circuito ha mostrato la sua più grande predisposizione – ha aggiunto Carmelo Ezpeleta -. Parleremo e prenderemo decisioni per vedere se questo problema deve essere preso in considerazione”.

Ma il manager spagnolo non entra nel merito delle decisioni prese dai commissari, sottolineando come sia un organo indipendente dalla Dorna. Infine, trae un bilancio positivo di questa stagione, anche se manca il suo vero leader Marc Marquez. “Finora i vincitori stanno cambiando e questo rende tutto più imprevedibile, ma non mi piace fare pronostici sportivi. È una MotoGP diversa da quella che è stata negli ultimi anni, né migliore né peggiore, ma diversa”.

Ezpeleta e Meda (Getty Images)
Ezpeleta e Meda (Getty Images)