Valentino Rossi, dopo lo spavento svela il suo futuro

0
364

Valentino Rossi parla in conferenza stampa a pochi giorni dallo scampato pericolo in Austria. E svela qualche retroscena sul suo futuro.

Valentino Rossi (getty images)

All’indomani dell’incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli, che ha messo a serio rischio l’incolumità di Valentino Rossi, nel paddock circolavano dubbie voci su un possibile ritiro del campione di Tavullia. Ma il 41enne della Yamaha smentisce categoricamente le dicerie e conferma che il prossimo anno vestirà i colori del team Petronas SRT.

Subito dopo l’incidente, i piloti hanno avuto a malapena il tempo di pensare, dovendosi riconcentrare sulla partenza. “Sono stati momenti molto difficili, è stato spaventoso”, ha detto Valentino Rossi nel giovedì di conferenza stampa. “Per fortuna ho visto solo la moto di Zarco sorvolare Maverick. Non ho potuto vedere la moto di Franco perché era troppo vicina e troppo veloce. Siamo stati molto, molto fortunati che nessuna delle moto ci abbia beccati, non avremmo avuto grandi possibilità “.

Il futuro del Dottore è nelle corse

Ha avuto paura il Dottore, ma non basterà certo per fargli tirare i remi in barca. “Se abbandonassi la MotoGP, farei comunque cose pericolose”, ha sorriso il nove volte campione del mondo. “Voglio fare qualcosa con le auto, guidare gare di 24 ore, tutto questo è pericoloso. Oppure rimango a casa nella mia fattoria e mi diverto con i cavalli. Oppure devo restare a letto. Non appena guido o guido qualcosa, c’è un rischio. Non cambierò idea e continuerò il prossimo anno”.

Nel week-end ricomincerà dai dati raccolti nello scorso week-end per provare a migliorarsi. Domenica è risultato essere il più veloce tra i piloti Yamaha, merito anche di quel setting trovato nella seconda gara a Jerez su cui continua a lavorare. “È sempre strano quando hai un’altra gara sulla stessa pista”, ha proseguito Valentino Rossi. “Ma abbiamo raccolto molti dati e dobbiamo vedere se possiamo iniziare meglio e essere nel gruppo di testa. Questa pista è difficile per noi. Il nostro ritmo non era fantastico. Non potevamo lottare per il podio o per la vittoria. Non era poi così male nella seconda metà della gara. Ho guidato con costanza e mantenuto il mio ritmo”.

Valentino Rossi sulla sua Yamaha nelle prove libere del Gran Premio d'Austria di MotoGP 2020 allo Spielberg (Foto Joe Klamar/Afp/Getty Images)
Valentino Rossi sulla sua Yamaha nelle prove libere del Gran Premio d’Austria di MotoGP 2020 allo Spielberg (Foto Joe Klamar/Afp/Getty Images)