F1 Spagna, Qualifiche: tempi e classifica finale

0
165

Si è conclusa la sessione di qualifica sul circuito del Montmelo. Si conferma il momento delicato per la Ferrari, molto attardata.

Con una temperatura superiore ai 30°C è partita la qualifica del GP di Spagna. Riuscirà qualcuno a battere il duo Mercedes, così dominante in questo weekend?

Q1- Prime ad entrare in azione le Williams di George Russell e Nicholas Latifi. 1’19″231 per il canadese.

Max Verstappen abbassa i tempi in 1’17″415. A 9 minuti dalla fine arriva Hamilton con un 1’17″037. Dopo un passaggio aggressivo sui cordoli Giovniazzi teme per il fondo vettura della sua Alfa. L’italiano è a rischi eliminazione. Leclerc è 5°. Vettel da top 3.
Bandiera a scacchi! Lewis Hamilton chiude davanti ad un ottimo Sergio Perez staccato di due decimi e alla Red Bull di Verstappen. Per la prima volta quest’anno Kimi Raikkonen supera la prima fase grazie al colpo di reni nell’ultimo giro disponibile.

Q2 – Come al solito subito dentro le Mercedes. 1’16″152 per Bottas, ma arriva Ham con un 1’16″013.

Brivido per Perez che perde per un attimo il posteriore della sua RP20, ma si salva. Quando mancano 5′ alla bandiera Vettel è virtualmente fuori dalla lotta per la pole. Al vertice si è ripristinata la triade del mattino Ham, Bottas, Mad Max. Molto traffico sul tracciato a 2′ dalla chiusura.

Qualche imprecisione per Leclerc che non migliora. Speranze per Vettel che è 10° provvisorio.
Bandiera a scacchi! Hamilton davanti a Bottas e Verstappen. Ottimo il passo avanti di Pierre Gasly che piazza la sua Alpha Tauri al 5° posto. Qualificato Norris, unico assieme ai tre mattatori del campionato ed essere passato sempre all’ultima tranche. Scivola fuori dalla top 10 Vettel. Raikkonen 14°.

Q3 – Prime ad aprire le danze le due Racing Point di Stroll e Perez. 1’16″568 per Checo. 1’15″643 per la W11 di Bottas. 1’15″584 per Ham.

Bandiera a scacchi! Ennesima pole position per Lewis Hamilton sul suo compagno Valtteri Bottas. Terza la Red Bull di Max Verstappen. Soltanto 9° Charles Leclerc su Ferrari.

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)