Andrea Dovizioso è tornato finalmente tra i primi della classe, ma ammonisce chi gli fa notare che solo Pol Espargaro sembra avere il suo passo.

Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Andrea Dovizioso torna in Austria e ritrova il sorriso. Il pilota italiano, infatti, su quella che è un po’ la pista sua e della Ducati è ritornato di nuovo tra i primi andando velocissimo durante questo venerdì di prove libere. Il rider italiano spera domenica di ritrovare il successo, che manca ormai dal 2019.

Come riportato dai colleghi di “Sky Sport”, Andrea Dovizioso a margine della gara ha così dichiarato: “Siamo partiti bene, stamattina mi sentivo molto meglio. Sicuramente ci ha aiutato un po’ la pista, ma in generale mi sono sentito meglio. Certo questa è una pista particolare dove freni praticamente dritto. Per il discorso gara abbiamo fatto solo un turno ed è difficile dare un giudizio”.

Dovizioso: “Informazione errata sulle gomme”

Il pilota della Ducati ha poi proseguito: “Rispetto agli altri anni gli anni sono più vicini. Le due Suzuki sono particolarmente veloci e Pol è particolarmente carico. Rispetto all’anno scorso ci sono due decimi di differenza. Con le nuove gomme c’è un pochino meno di grip, ma più o meno siamo in linea con l’anno scorso”.

Infine Dovizioso ha così concluso parlando delle gomme visto che in tanti avevano, erroneamente, parlato di mescole identiche a quelle 2019 qui in Austria: “Hanno dato un’informazione errata. La base della carcassa della gomma è quella del 2019, ma con delle modifiche, quindi non è lo stesso pneumatico di un anno fa. Cambia un po’. Solo la dura è uguale a quella del 2019, ma nessuno l’ha mai usata e non credo la useremo. Qui le Suzuki vanno molto forte e non sarei sorpreso se arrivassero anche altri. Pol sicuramente si vuole riscattare da quello che è successo a Brno”.

Antonio Russo

Dovizioso (Getty Images)
Dovizioso (Getty Images)