Aleix Espargarò fiducioso: “Possiamo lottare nei primi dieci”

0
30

Giornata sottotono per Aleix Espargarò e Bradley Smith, il meteo annulla le FP2 e si spera in un sabato asciutto.

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (foto Aprilia)

La pioggia del primo pomeriggio ha rovinato il secondo turno di prove libere, impedendo ad Aleix Espargarò e Bradley Smith di migliorare la posizione nella classifica combinata del venerdì austriaco. Lo spagnolo è 18esimo, il tester britannico 20esimo, nella speranza che sabato mattina il meteo sia più clemente e consenta di dare l’assalto alla top-10 per l’accesso diretto alla Q2.

La prima sessione di libere vede 18 piloti separati da meno di un secondo e addirittura tutto lo schieramento racchiuso in un secondo e mezzo. Aleix Espargarò ha mantenuto la top-10 per quasi tutte le FP1, senza però migliorare quando era il momento del time attack finale. “La posizione nella combinata nasce dal fatto che non sono riuscito a segnare un giro veloce, prima per il traffico e poi per una bandiera gialla. A parte questo sono soddisfatto, confermo anche qui che la RS-GP funziona decisamente bene, anche se possiamo migliorare ancora l’accelerazione sono convinto di poter lottare costantemente nei primi dieci”.

Una caduta rovina il crono di Smith

Molti dei problemi riscontrati nella stagione 2019 non si ripetono a bordo della RS-GP 2020 e questo è un buon segnale. Ma non basta per tenere il passo degli avversari. Il crono di Bradley Smith viene rovinato da una caduta che riporta una abrasione al gomito che non gli preclude il proseguimento del Gran Premio. “Purtroppo ho esagerato alla curva 4 e sono caduto, è un peccato perchè sarebbe stato un buon giro – ha spiegato il collaudatore britannico -. Il pomeriggio invece è stato frustrante, con una pista in condizioni miste che non permette di migliorare. Domani dovremo lavorare soprattutto sulla gestione della potenza in uscita dalle curve più lente e nella frenata in discesa, situazione nella quale sono scivolato. Speriamo che il meteo ci dia modo di portare avanti il nostro programma”.

Bradley Smith
Bradley Smith (getty images)