Vettel verso l’addio anticipato alla Ferrari: perché sì, perché no

0
1077

In Formula 1 gira la voce di un divorzio anticipato tra Sebastian Vettel e la Ferrari, già nel corso del 2020. Ma due giornalisti la smentiscono

Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)

Sebastian Vettel è in evidente crisi di risultati e in ancor più evidente rotta con la Ferrari. Tanto che alcuni addetti ai lavori hanno già cominciato a far circolare nel paddock l’ipotesi clamorosa di un suo divorzio anticipato dalla Scuderia ad annata in corso. Lo pensa l’ex ferrarista Gerhard Berger: “Per il bene dell’atmosfera in squadra, sarebbe meglio passare subito alle coppie di piloti del 2021”, ha dichiarato l’austriaco ai microfoni della tv tedesca Sport1.

Per capire a che livello sia la tensione interna al box, del resto, basta ascoltare la critica rivolta via radio da Vettel ai suoi stessi uomini del muretto, domenica scorsa durante il GP di Silverstone. “Sapete di avere fatto un casino”, ha tuonato, ventilando accuse di un presunto errore strategico. Subito respinte al mittente dal team principal Mattia Binotto a fine gara: “Il suo testacoda non lo ha aiutato”.

I giornalisti non credono al divorzio a stagione in corso

C’è chi ha paragonato queste parole a quelle di un altro quattro volte iridato, Alain Prost, che nel 1991 paragonò a microfoni accesi la Ferrari ad un camion, e per questo motivo fu immediatamente licenziato in tronco. Ma la situazione di allora non è paragonabile a quella di oggi, secondo il corrispondente del Corriere della Sera, Daniele Sparisci.

“Le cose stanno in maniera diversa”, ha spiegato al giornale tedesco Bild. “Al momento, nessuno qui in Italia si è risentito di queste parole di Vettel“. Tanto che, secondo questo autorevole giornalista, Sebastian non sarebbe in uscita anticipata dal Cavallino rampante: “Al momento non ci sono tentativi di interrompere prematuramente il matrimonio”, prosegue. “La Ferrari ha troppe altre cose da fare: è così debole che Vettel è il minore dei problemi”.

Un altro stimato corrispondente in Formula 1, Roger Benoit, concorda con la previsione che Vettel concluderà la stagione in rosso. “In condizioni normali si sarebbero già separati, perché la corda si è rotta già da tempo”, ha analizzato. “La Ferrari ha puntato su Leclerc e Vettel si sente solo in squadra, continua a perdere sempre più fiducia e ora sta iniziando anche a lamentarsi. Tuttavia, al team serve ogni punto in campionato e in vista non ci sono rimpiazzi veloci per il 2020″.

Leggi anche —> La Ferrari cambia il telaio di Vettel. Ma allora il suo problema era tecnico?

Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)