Valentino Rossi: “Che orgoglio aver avuto il coraggio di andare in Yamaha”

Valentino Rossi dopo molti anni torna a parlare di quei mesi in cui maturò la difficile scelta di passare dalla Honda alla Yamaha.

Valentino Rossi e la Yamaha (Getty Images)
Valentino Rossi e la Yamaha (Getty Images)

Valentino Rossi ha avuto sin qui una lunga carriera ricca di successi, ma uno degli snodi fondamentali di questi anni in MotoGP è stato sicuramente il suo passaggio in Yamaha. Il Dottore, infatti, in quel momento era il pilota più ambito del momento e guidava la moto più forte e correva nel team più importante della classe regina.

Dall’altro lato, invece, la Yamaha arrivava da un’annata grigia, avara di successi, e non vinceva il titolo ormai da un po’. Il passaggio quindi sembrava pura follia alla fine del 2003, ma Valentino, voglioso di avere nuovi stimoli e dimostrare al mondo che era lui a vincere e non la moto decise di firmare per il team di Iwata.

Valentino Rossi: “Ci voleva coraggio per fare quel cambio”

Questo passaggio fu storico e portò a una rottura clamorosa tra Rossi e la Honda mai sanata. Alla fine però Valentino Rossi vinse la sua scommessa con la Yamaha riuscendo a vincere il titolo al primo colpo dominando quel campionato. Con la squadra di Iwata il Dottore ha ottenuto sinora 4 titoli in MotoGP.

Oggi, a distanza di tanti anni, il #46 è tornato a parlare di quel passaggio in un’intervista a Marca: “Ai tempi della Honda ero nel migliore team con la migliore moto, in 4 anni ho vinto tre Mondiali, ma sono orgoglioso di aver trovato il coraggio di cambiare squadra e andare in Yamaha. Certo loro sono ad un livello alto, ma all’epoca ci voleva un bel coraggio per passare dalla Honda alla Yamaha. Sono orgoglioso di aver avuto il coraggio di cambiare team e vincere”.

Antonio Russo

Valentino Rossi in pista a Brno (Getty Images)
Valentino Rossi in pista a Brno (Getty Images)