SBK, lungo stop per Cortese. Pedercini cerca un pilota

0
68

Sandro Cortese dovrà rimanere fuori per un po’ dopo l’infortunio rimediato nel weekend Superbike in Portogallo. Il team Pedercini cerca un sostituto ora.

Sandro Cortese
Sandro Cortese (foto Twitter)

Il round Superbike di Portimao ha lasciato conseguenze pesanti per Sandro Cortese. Il pilota tedesco è caduto nell’ultimo giro di Gara 1 e ha rimediato un infortunio pesante.

Fratturata la vertebra T7, fratturata la tibia destra, frattura di quattro costole sul lato destro e una sospetta frattura della caviglia destra. Un quadro clinico non propriamente positivo. Comunque il rider del team Pedercini Racing è stato già operato a Faro e ora penserà al recupero.

Vista la delicatezza dei problemi fisici avuti, ci sono dubbi sul proseguimento della stagione da parte di Cortese. Non è escluso che il suo campionato mondiale Superbike 2020 possa essere già terminato. Sicuramente dovrà saltare più round e Lucio Pedercini ora cerca un pilota per sostituirlo fino a quando non potrà rientrare. Sarà interessante vedere su chi ricadrà la scelta.

Davvero sfortunato Cortese, che ha rischiato anche di non prendere parte al campionato SBK 2020 dopo l’esordio nel 2019 con il team GRT Yamaha. Sembrava dovesse correre con la squadra Ten Kate Racing, ma è mancato il budget per affiancarlo a Loris Baz.

Lo stesso team Pedercini Racing è stato vicino a restare fuori, poi sono stati trovati gli accordi per continuare a partecipare al Mondiale Superbike. Ora c’è questo nuovo scenario con l’infortunio del pilota tedesco e la necessità individuare qualcuno che lo sostituisca in sella alla Kawasaki ZX-10RR.