Hamilton: “La Red Bull ha imbrogliato”. Poi si scusa

0
1988

In un weekend di Silverstone già infuocato dalla polemica sulla Racing Point, Hamilton aggiunge carico a danno della Red Bull.

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)

Al termine del secondo e ultimo round del 2020 nel Regno Unito i più contrariati di tutti sono stati i piloti Mercedes. Con i nervi a fior di pelle per una mancata doppietta che sembrava scontata, alla fine del GP Hamilton e Bottas se la sono presa prima col box e poi con gli avversari. Una parola per tutti che ha mostrato una frustrazione totale come mai si era visto in passato da parte loro.

Probabilmente convinti di vincere a mani basse, i due rappresentanti delle Frecce d’Argento oggi Nere sono entrati a gamba tesa sulle Pirelli “gonfiate come palloni”, con cui tra l’altro già avevano lottato la scorsa settimana, e sulla Red Bull.

Nello specifico, secondo Lewis il team energetico avrebbe sgonfiato di proposito per coperture di Max Verstappen, andando contro le regole attuali, così da consentirgli di primeggiare sul resto del gruppo.”I suoi pneumatici devono avere meno pressione o qualcosa del genere”, aveva gettato il seme del sospetto in un messaggio radio durante la corsa.

Poi a freddo, consapevole di aver fatto una sparata di quelle grosse, Ham ha cercato di correggere il tiro.

“Si è trattata solo di una mia teoria per via del maggior blistering che abbiamo patito sulla W11“, ha commentato davanti ai media. “Non intendevo dire che avevano un settaggio diverso dal nostro. Tutti abbiamo lo stesso valore minimo”.

La preoccupazione del capo Mercedes

Colpito dalla prestazione del #33, il boss di Stoccarda Toto Wolff ha indicato l’olandese quale rivale più temibile per la lotta iridata. “Se non si fosse ritirato in Austria sarebbe molto più vicino in classifica”, la sua riflessione.

“Il nostro pacchetto è il più rapido, ma non in ogni occasione. Per questo dovremo imparare a preparare l’auto così che non soffra più con le scarpe”, ha puntualizzato il manager austriaco guardando comunque con ottimismo a Barcellona.

Lewis Hamilton e Max Verstappen (©Mercedes Twitter)

Chiara Rainis