Valentino Rossi: “Problemi Ducati? Anche Yamaha ha sbagliato”

Valentino Rossi 10° in griglia di partenza a Brno, ma non cerca alibi. E su Ducati: “Anche Yamaha ha sbagliato in passato”.

Valentino Rossi a Brno (getty images)

Valentino Rossi non riesce ad ergersi con le alte temperature del pomeriggio di Brno. Al mattino conclude 5° nelle FP3, ottiene l’accesso diretto alla Q2, ma non brilla. Il sabato ceco regala sentimenti contrastanti. “Purtroppo la temperatura è aumentata notevolmente nel pomeriggio, la temperatura dell’asfalto era di dieci gradi più alta di quella di ieri e abbiamo sofferto”.

Ha cominciato il week-end con il set-up usato in Andalusia e che gli ha regalato il podio meno di due settimane fa. Ma insieme a David Munoz e agli altri ingegneri ha dovuto modificare qualcosa. E tentare qualche cambiamento anche con la gomma anteriore alternandosi tra hard e media. “Purtroppo parto dalla decima posizione in griglia, una brutta notizia per la gara. Perché tutti sono forti”. Difficile l’assalto al podio partendo dalla quarta fila, considerando che i giovani davanti hanno un buon passo. La priorità sarà partire bene, ma la gomma posteriore rischia di essere il solito problema irrisolto.

Il commento sugli altri

Valentino Rossi commenta la pole position di Johann Zarco e i problemi riscontrati dagli altri piloti della Ducati. “Gli appassionati di moto francesi sono certamente felici oggi, non credo sia mai successo prima che due piloti francesi partissero dalle posizioni 1 e 2 in MotoGP. Quartararo è sicuramente una motivazione in più per Zarco. Per quanto riguarda i piloti Ducati: a volte gli ingegneri cercano di migliorare la moto e in base ai numeri la nuova moto sembra essere migliore, ma il feeling con i piloti è peggiore in pista. È successo tante volte in Yamaha”.

Ma adesso la casa di Iwata ha cambiato rotta e le prestazioni dei suoi colleghi di marca sono una prova inconfutabile. Le M1 sono ormai altamente concorrenziali su ogni tracciato, anche quelle del team satellite Petronas SRT. “Dall’estate dello scorso anno, molte nuove persone sono venute a sviluppare la M1, perché negli ultimi due anni abbiamo sofferto molto e la moto non è mai migliorata. Quindi  ha concluso Valentino Rossi – la Yamaha ha deciso di mettere più impegno nella moto e va meglio”.

Maverick Vinales e Valentino Rossi (Getty Images)
Maverick Vinales e Valentino Rossi (Getty Images)