Hamilton, è braccio di ferro sullo stipendio: la Mercedes impone il taglio

0
672

A bloccare le trattative per il rinnovo di Lewis Hamilton con la Mercedes sarebbe l’intenzione della Casa di tagliare lo stipendio al suo campione

Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)

“Non mi sembra il momento giusto per sederci a discutere un grosso contratto, se pensiamo alle tante persone nel mondo che hanno perso il loro lavoro”. Così Lewis Hamilton, solo un paio di giorni fa, spiegava i motivi per cui le trattative del suo rinnovo con la Mercedes sono ancora bloccate: anzi, a dire il vero non sono nemmeno cominciate.

Ma dietro a questa facciata sociale potrebbe nascondersi una motivazione decisamente più venale: forse, per Hamilton, il contratto che la Freccia d’argento è disposta ad offrirgli non è poi così “grosso”. Le ultime voci che circolano nel paddock della Formula 1, infatti, ipotizzano che il sei volte campione del mondo si sia rifiutato di accettare un taglio dello stipendio, proposto dalla Casa per far fronte alla crisi economica post coronavirus.

La Mercedes propone un taglio di stipendio ad Hamilton?

Sul punto, il team principal Toto Wolff glissa: “Questa è una domanda molto diretta, sulla quale non voglio commentare. Credo che se guardate all’impatto che Lewis ha avuto sulla Formula 1, non solo grazie alla sua guida eccezionale, ha sempre rispettato le aspettative in termini di salario. Ma ora il mondo è cambiato molto. Affrontiamo tempi difficili, Lewis lo comprende completamente e discuteremo che cosa questo significhi”.

Insomma, il boss della Mercedes non conferma, ma nemmeno smentisce che l’anglo-caraibico dovrà andare incontro ad una bella sforbiciata. Ma cosa accadrebbe se si mettesse di traverso e proprio non volesse accettare di ridursi l’ingaggio plurimilionario? Allora, sostengono sempre i ben informati, potrebbe riprendere quota l’ipotesi Sebastian Vettel.

Vettel rimane il potenziale sostituto

Il tedesco, insomma, sarebbe il piano B ideale per sostituire Hamilton, se non si trovasse l’accordo. “Non credo che per me la Mercedes sia un’opzione”, ammette Seb, “perché penso che Lewis voglia continuare. Non gliene ho parlato, ma sarei sorpreso se non proseguisse”. Nel dubbio, il campione del mondo in carica spinge Vettel verso la Aston Martin: “Spero che possa andarci: il team ha del potenziale e un piano e lì sarebbe il leader”, chiosa Hamilton. Che forse non è così disinteressato nel pronunciare queste parole…

Leggi anche —> Mercedes-Hamilton, si complicano le trattative per il rinnovo del contratto

Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)