Maverick Vinales non teme i problemi avuti dalla Yamaha con i motori, in compenso ha le idee chiare sull’assenza di Marquez da questo campionato.

Maverick Vinales (Getty Images)
Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales dopo le prime due gare del campionato ha assoluto bisogno di un successo per cominciare a mettere le ruote davanti a Fabio Quartararo e dare il via così alla sua personale rincorsa per il titolo. Lo spagnolo al momento è il primo inseguitore di El Diablo e con l’assenza di Marquez sembra essere l’unico in grado di creargli qualche grattacapo insieme a Dovizioso qualora dovesse ritrovare il feeling perso con la Ducati.

Parlando dei due weekend appena archiviati Vinales ha così affermato: “L’obiettivo era quello di essere sul podio, ho cercato di fare del mio meglio e ci siamo riusciti in entrambe le gare a Jerez. Brno e Austria sono due tracciati che mi piacciono tanto. Sono felice di essere qui e cercherò di dare ancora quel qualcosa in più in gara. Siamo assolutamente fiduciosi e tranquilli per quanto riguarda i problemi avuti al motore. Dobbiamo cercare di far funzionare le cose nel modo migliore possibile. Dobbiamo continuare a spingere e essere veloci”.

Vinales: “L’obiettivo è quello di essere sempre costanti”

La Yamaha ha avuto enormi problemi ai motori rompendone alcuni in gara come quello di Rossi nel primo GP e quello di Morbidelli nel secondo. Oltre questo però il team di Iwata ha riscontrato guai ai propri propulsori anche fuori dagli eventi ufficiali utilizzando diversi motori sin qui.

Vinales però in tal senso non sembra per niente preoccupato: “Francamente i problemi al motore non mi preoccupano perché abbiamo tanti punti di forza sulla moto. Marc è fortissimo ed è difficile affrontarlo. Forse la sua assenza rende il campionato interessante, ma anche con lui lo sarebbe perché tutti cercherebbero di batterlo. Abbiamo cominciato tutti da zero a Jerez, poi si potevano fare punti o cadere. Noi rimaniamo con la nostra mentalità. L’obiettivo principale è quello di arrivare sul podio ogni gara e di essere molto costanti”.

Antonio Russo

Vinales (Getty Images)
Vinales (Getty Images)