Il coronavirus non spaventa Perez: vuole subito tornare in pista

0
55

Contagiato da coronavirus, Sergio Perez ha dovuto saltare il Gran Premio di Gran Bretagna, ma intende tornare già questo weekend, sempre a Silverstone

Sergio Perez (Foto Peter Fox/Getty Images)
Sergio Perez (Foto Peter Fox/Getty Images)

Fermato dal contagio del coronavirus domenica scorsa, Sergio Perez non ha intenzione di saltare altri Gran Premi oltre a quello di Gran Bretagna. Il suo obiettivo è quello di tornare al volante della sua Racing Point già questo fine settimana, in cui la Formula 1 tornerà a correre a Silverstone, per il GP del 70° anniversario.

Già ieri, il pilota messicano ha rassicurato i suoi tifosi sui social network, spiegando che si sente “bene, grazie a Dio. Non ho avuto sintomi. Sì, sono stati giorni lunghi, ma non vedo l’ora di tornare molto presto”.

Perez o Hulkenberg sulla Racing Point questo weekend?

E il suo fisioterapista e consigliere Xavi Martos rivela che l’intenzione di Perez è quella di correre questa domenica, tanto che anche durante l’isolamento forzato ha continuato ad allenarsi. “Dovrà essere pronto mentalmente e fisicamente”, ha raccontato Martos ai microfoni del quotidiano La Vanguardia. “Stiamo seguendo un piano d’azione per la prossima gara, se gli consentiranno di correre. Altrimenti, sarà a Barcellona“.

Perez è stato sostituito domenica scorsa da Nico Hukenberg, e la Racing Point ha chiarito già nel weekend che è “probabile” che sarà il tedesco a correre ancora sulla loro monoposto, anche nella seconda gara di Silverstone. “Credo che la risposta definitiva arriverà giovedì”, ha spiegato il diretto interessato alla tv Rtl. “Dovremo essere pazienti fino a quel momento”.

Leggi anche —> Così il contagio di Perez ha rinviato l’annuncio sul futuro di Vettel

Sergio Perez (Foto Peter Fox/Getty Images)
Sergio Perez (Foto Peter Fox/Getty Images)