Valentino Rossi a Brno per centrare uno storico record

0
1976

Valentino Rossi a Brno potrebbe agguantare un altro prestigioso record per la sua carriera: 200 podi in classe regina.

Valentino Rossi (Foto Dorna)
Valentino Rossi (Foto Dorna)

A Jerez Valentino Rossi ha conquistato il 235° podio, il numero 199 in classe regina su un totale di 404 GP, con il debutto nel Motomondiale che risale al 1996. Pur non vincendo, il pesarese continua ad inanellare record su record, intessendo una carriera a dir poco leggendaria.

A Brno potrebbe conquistare il suo 200° podio, ma a lungo andare Valentino Rossi punta anche ad un altro record. Nell’ultimo round in Andalusia il Dottore aveva 41 anni e 161 giorni e si è attestato come il settino pilota più anziano sul podio della Top Class. Il primato è nella mani di Jack Findlay che all’età di 42 anni e 85 giorni vinse il GP d’Austria nel 1977.

Leggi anche -> Moto2, Valentino Rossi punta al Mondiale-bis

Il record di “anzianità”

Al club degli “anziani” sono iscritti anche Karl Hoppe, Fergus Anderson, Ernst Hiller, Nello Pagani, Jack Ahearn e Leslie Graham. Quest’ultimo era più giovane di Valentino Rossi sul suo ultimo podio. Nelle mani del campione di Tavullia un altro primato, vantando il periodo più lungo tra il primo e l’ultimo podio nella classe regina: con il podio di Jerez ha esteso il record a 20 anni e 87 giorni. Nessuno come lui. In questa speciale classifica al secondo posto troviamo Alex Barros a quota 14 anni e 341 gorni.

Basti pensare che quando Valentino Rossi ha messo per la prima volta i piedi sul podio della classe regina (GP di Jerez 2000), il suo erede in Yamaha Factory, Fabio Quartararo, aveva appena 1 anno e 10 giorni. Il prossimo passo è toccare quota 200 podi nella massima serie del Motomondiale. A Brno, dove vanta il maggior numero di vittorie nella storia, può giocarsi questa chance.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

È stato(quasi)come avervi lì con me!grazie del tifo A virtual hug is better than nothing! 🎥 by @motogp 📸 @falex79 @gigisoldano

Un post condiviso da Valentino Rossi (@valeyellow46) in data: