Binotto scagiona Vettel: “Il problema è la macchina”

0
149

Mattia Binotto ha voluto in un certo qual modo scagionare Sebastian Vettel dalla brutta prestazione fatta registrare in gara quest’oggi.

Mattia Binotto al muretto (Getty Images)
Mattia Binotto al muretto (Getty Images)

La Ferrari può sorridere a metà in questo weekend di Silverstone. Se da un lato infatti Leclerc ha fatto un fine settimana di grande sostanza portando a casa un prezioso podio, dall’altro Vettel è stato protagonista di una gara pessima in cui ha dimostrato di non avere mai ritmo giungendo pelo pelo nella zona punti.

A margine della gara, come riportato dai colleghi di “Sky Sport”, Mattia Binotto ha così analizzato la gara della Ferrari: “Charles è stato molto bravo ieri in qualifica e oggi in gara nel gestire bene le gomme. Sapevamo che con questa configurazione alare avevamo un buon vantaggio in qualifica e poi in gara avremmo dovuto gestire. Con i nostri ingegneri abbiamo fatto un buon lavoro seguendo le indicazioni e non prendendoci rischi”.

Binotto: “Vettel non ha trovato l’assetto giusto”

Il team principal della Rossa ha poi proseguito: “Charles è sempre stato paziente senza spingere mai troppo nelle curve veloci. Insomma la sua gara è stata un po’ l’andar piano per arrivare sino in fondo. L’ha gestita molto bene ed è stato premiato alla fine”.

Infine Binotto, incalzato sui problemi avuti da Vettel lo ha voluto scagionare così: “Penso che la parte meno bella sia ancora la prestazione della nostra vettura visto che il terzo posto è il massimo che si possa sperare in questo momento. Chiaramente con questa macchina anche i nostri piloti possono non trovarsi a proprio agio ed è stato il caso di Vettel che ha perso una sessione, non ha mai trovato il ritmo e forse non ha nemmeno trovato quell’assetto che gli avrebbe dato la confidenza per spingere”.

Antonio Russo

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)