Valentino Rossi ha raccontato il rapporto che ha con i piloti della VR46 e come questi lo aiutino a restare sempre giovane.

Valentino Rossi (YouTube)
Valentino Rossi (YouTube)

Valentino Rossi nel 2013 decise di mettere insieme una propria Academy di piloti per aiutare i giovani rider italiani nella propria carriera. Nonostante i pochi anni sin qui trascorsi la “scuola” del Dottore è riuscita a portare a casa già due titoli iridati con Bagnaia e Morbidelli e tante soddisfazioni con gli altri rider che hanno conquistato in questi anni vittorie e podi.

Il Dottore ha deciso di mostrare attraverso una clip il tipo di lavoro che si svolge nel Ranch di Tavullia con i suoi ragazzi e ha raccontato il rapporto che si è venuto a creare durante questi anni con i giovani piloti che fanno parte dell’Academy.

Bezzecchi: “Vale per me è un idolo”

Il #46 ha così raccontato: “L’idea alla base dell’Academy è di aiutare i piloti italiani ad arrivare ai massimi livelli e cerchiamo di avere piloti veloci, ma anche con un buon atteggiamento. Decidiamo con il cuore”.

A prendere la parola poi ci ha pensato uno dei ragazzi dell’Academy, Marco Bezzecchi, che afferma: “Essere stato selezionato dall’Academy è stata una delle migliori opportunità che ho avuto. Vale per me è il mio idolo, è qualcosa di speciale”.

Il Dottore infine ha così concluso: “Cerchiamo di aiutarli a crescere come piloti, ma anche come atleti e come uomini. Per loro è positivo perché posso condividere la mia esperienza e parlare anche di ragazze, la vita in generale e tutti i problemi che abbiamo un po’ tutti. Parliamo anche di passioni che abbiamo in comune. Mi aiutano a tenermi giovane e questo è molto buono per me”.

Antonio Russo

Valentino Rossi e Maverick Vinales (Getty Images)
Valentino Rossi e Maverick Vinales (Getty Images)