Supersport, sanzione per il team MV Agusta Reparto Corse

La FIM ha deciso di punire il team MV Agusta Reparto Corse con una sanzione pesante riguardante il round Supersport disputato in Australia.

Raffaele De Rosa
Raffaele De Rosa (foto WorldSBK)

Non è un buon periodo per il team MV Agusta Reparto Corse nel campionato mondiale Supersport. Dopo aver subito l’abbandono da parte del campione in carica Randy Krummenacher, è arrivata un’altra notizia negativa.

Infatti, i punti conquistati nel round di Phillip Island sono stati cancellati. La squadra italiana è stata squalificata dalle gare disputate nel primo appuntamento della stagione in Australia.

Il FIM Superbike World Championship Technical Director ha inviato ai Commissari un report nel quale veniva evidenziato che alcuni dei motori utilizzati dal team MV Agusta Reparto Corse erano stati aperti senza precedente autorizzazione dopo il Round Yamaha Finance di Australia. Si tratta di un’infrazione dell’articolo 2.3.10, comma d, del regolamento.

I Commissari hanno appurato che la squadra ha agito con lo scopo di effettuare un controllo meccanico visivo, non per ottenere vantaggio. La struttura di Andrea Quadranti ha contattato la FIM per chiarimenti sull’accaduto, però rimane la violazione regolamentare e di conseguenza deve essere applicato l’articolo 2.3.10.d.

In base al Codice di Disciplina e Arbitrale della FIM è stato deciso di punire il team MV Agusta Reparto Corse con la squalifica dalle gare disputate a Phillip Island. Risulta che siano stati aperti i due motori della moto di Krummenacher e quello utilizzato sia da Rosa che da Federico Fuligni.

LEGGI ANCHE -> Superbike Jerez, classifica Prove Libere: Baz brucia Rea, 14° Melandri