BMW, addio al motore diesel B57S con la Final Edition di X7 e X5 M50d

Lo storico e ineguagliabile motore BMW B57S sta per ricevere il meritato canto del cigno dall’azienda bavarese con un ultima apparizione.

bmw motore B57S
(Image by Motor1)

Anche se probabilmente non avete mai sentito parlare del propulsore B57S della BMW, c’è molto da scoprire.

Questo motore non è solo una serie di numeri con un distintivo BMW. Il B57S è uno degli esclusivi motori diesel quad-turbo esistenti. Destinato a cessare la produzione a settembre, la BMW gli ha dato l’addio che si merita.

Grazie alla potenza dell’ingegneria tedesca, la serie B fornisce un’efficienza e una potenza superiori nel mondo del diesel. Il motore ha quasi dato alla casa automobilistica bavarese la magica cifra di 1.000 chilometri di autonomia e lo ha fatto producendo una notevole quantità di potenza.

Allora perché il motore è destinato a scomparire? Per farla breve, l’aumento astronomico delle emissioni ha posto fine alla corsa della Serie B. Oltre ad essere un pericolo per gli orsi polari, la complessità del propulsore ha portato a costi di gestione astronomici.

Sebbene il motore diesel, unico nel suo genere, fosse montato su diverse BMW, la casa automobilistica bavarese ha scelto di onorarlo con la Final Edition della X7 e della X5 M50d. Se da un lato si potrebbe pensare che la BMW avrebbe semplicemente schiaffato qualche distintivo sui suoi veicoli M50d, dall’altro ci saremmo sbagliati.

I numeri di produzione dei modelli Final Edition sono ancora sconosciuti, ma non preoccupatevi, il veicolo riceverà alcune caratteristiche speciali. Gli ausili alla guida, come i fari a luce laser, il controllo a gesti e gli assistenti alla guida autonomi sono tutti nel pacchetto.

BMW precisa che questi modelli limitati di SUV approderanno solamente in mercati europei specifici.