Valentino Rossi-Petronas: un matrimonio che può fare bene al Dottore

Valentino Rossi con il passaggio in Petronas potrebbe riguadagnare quell’occhio di riguardo in più della Yamaha perso negli ultimi anni.

Valentino Rossi con la tuta del team Petronas (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)
Valentino Rossi con la tuta del team Petronas (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)

La Yamaha ha fatto la sua scelta, il team di Iwata ha deciso di puntare su Vinales e Quartararo per il futuro mettendo un po’ da parte il 41enne Valentino Rossi. Una decisione sicuramente difficile e ben ponderata che però è figlia di un’anagrafica tutta a favore dei due giovani rider che possono assicurare al marchio giapponese almeno altri 10 anni di successi.

Valentino Rossi però da par suo dopo il podio di domenica ha deciso di alzare un po’ la voce con la Yamaha poiché a suo dire non sarebbe stato molto ascoltato recentemente dagli ingegneri e avrebbe avuto delle difficoltà a far apportare alla propria moto quelle modifiche delle quali aveva bisogno per sentirsi più comodo su di essa.

Il Dottore può trarre vantaggio dal cambio

Naturalmente Valentino è consapevole di non avere più 20 anni, ma allo stesso tempo, da pilota intelligente quale è ha deciso di esternare questo suo disagio per mettere pressione sulla Yamaha per il futuro. In ogni caso il Dottore nella prossima stagione dovrebbe correre per il Team Petronas e questo potrebbe essere un buon vantaggio per lui in tal senso.

Correndo in una squadra non ufficiale, infatti, il #46 potrebbe avere maggiore libertà di movimento per quanto concerne il setting della moto così da poter avere un mezzo più comodo per il proprio particolare fisico. Naturalmente il peso degli anni si fa e si farà sentire, ma con qualche accorgimento il Dottore potrebbe ancora dire la sua per essere quantomeno in top-5, un risultato che per un rider della sua età sarebbe in ogni caso notevole.

Antonio Russo

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)