La Superbike riparte da Jerez. Rea carico: “Non vedo l’ora”

Jonathan Rea e Alex Lowes impazienti di tornare a gareggiare. Potranno farlo nel weekend in arrivo, quando il campionato Superbike 2020 ripartirà da Jerez.

Jonathan Rea
Jonathan Rea (foto Kawasaki Racing Team)

Dopo Formula 1 e MotoGP, anche il Mondiale Superbike è pronta a tornare in pista. Lo farà in questo weekend a Jerez de la Frontera, in Spagna.

Il team ufficiale Kawasaki ci arriva con Alex Lowes leader della classifica piloti, dopo l’unico round disputato a Phillip Island (Australia). Jonathan Rea è quarto a 19 punti di distanza, ma con tanta voglia di tornare a vincere per ribadire di essere il campione della SBK.

Superbike, Rea e Lowes carichi per Jerez

Rea ha così parlato al sito ufficiale Kawasaki in vista del round in Spagna: «Sono molto entusiasta di tornare a correre dopo questa lunga pausa. Nelle ultime settimane ho potuto risalire sulla ZX-10RR e godermi la guida. Entrambi i test di Misano e Montmeló sono stati positivi. Abbiamo ottenuto ciò che volevamo, sono stato competitivo sia sul giro singolo che nel ritmo gara. Jerez è un circuito che mi piace. Credo che il lavoro e le conclusioni a cui siamo arrivati ​​durante i test aiuteranno questo weekend nelle condizioni calde, quando il livello di aderenza non è ottimale. Sarà strano non avere l’atmosfera SBK con i fan in tribuna e lo spettacolo del paddock pieno di gente, ma non vedo l’ora di vedere cosa c’è in serbo».

Anche Lowes è molto motivato per l’appuntamento di Jerez, dal quale spera di uscire ancora come leader della classifica piloti SBK: «È emozionante, come l’inizio di una nuova stagione, dopo così tanto tempo senza gareggiare. Ho fatto due test davvero buoni con la ZX-10RR e mi sento come se avessi una comprensione molto migliore della moto. Ciò sarà cruciale per aiutarmi a trovare il setup alle alte temperature di Jerez. Ora abbiamo due fine settimana di gare e sei manche: sarà divertente. Ovviamente mi mancheranno i fan, ma so che le gare saranno fantastiche».

alex Lowes test Superbike
Alex Lowes (foto Kawasaki)