Fabio Quartararo non ha paura del ritorno di Marc Marquez e lancia la sfida allo spagnolo per la vittoria finale del Mondiale piloti.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

Fabio Quartararo ha disputato un weekend praticamente perfetto. Scattato subito in testa ha cominciato a martellare un ritmo inarrivabile per tutti mettendo sin da subito il mare tra sé e i propri avversari.

A margine della gara, ai microfoni di Sky Sport, il rider francese ha così affermato: “Questa gara è stata molto difficile. Abbiamo avuto problemi con la partenza sia ieri che oggi nel warm-up, l’ho detto anche al mio team. Ero preoccupato perché durante le prove è sempre andata male, ma in gara è andata bene. Sono super contento di aver fatto questa gara”.

Quartararo: “Oggi ho pensato due volte di cadere”

Quartararo ha poi proseguito: “Ad inizio weekend cerco di fare la moto più performante possibile, ma se non ci riesco poi guido sopra i problemi. Oggi in due occasioni ho pensato veramente di finire a terra, ma sono contento perché ho guidato meglio di settimana scorsa. C’era tanto caldo, avevo mani e piedi che erano come fuoco”.

In tanti però si chiedono se a questo punto il pilota del team Petronas riuscirà a continuare anche a vincere anche quando tornerà Marc Marquez, che come sappiamo, nel 2019, ha lasciato solo le briciole agli avversari vincendo praticamente quasi tutti i GP.

Il #20 però su questa faccenda ha le idee ben chiare: “Non devo dimostrare niente, ho fatto due vittorie e quando Marc torna farò lo stesso, faremo lo stesso lavoro per lottare per vincere. Se non si può, non si può, ma non devo dimostrare niente a Marc, perché sa come guido io, così come lui non deve dimostrare niente perché è un 8 volte campione del mondo. Io non voglio compararmi a nessuno però è vero che guardandomi somiglio a Lorenzo. Ora arrivano tre gare dove siamo più in difficoltà quindi non dovremo pensare sempre a vincere”.

Antonio Russo

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)