Gara di Moto3 letteralmente dominata da Suzuki del Team Sic58 che replica la vittoria portata a casa da Simoncelli proprio a Jerez 16 anni fa.

Arenas (motogp.com)
Arenas (motogp.com)

Grande gara in Moto3 con Suzuki del Team Sic58 che ha messo tutti in fila dominando il Gran Premio. Il pilota giapponese ha dimostrato di averne di più sin dall’inizio, nonostante una bella battaglia con Rodrigo, infatti, ha tenuto per quasi tutta la gara la testa della corsa.

Alle spalle del rider giapponese, invece, ha chiuso McPhee e un grandissimo Celestino Vietti, autore di una grande rimonta che lo ha portato sul podio. Proprio durante i festeggiamenti l’italiano è stato protagonista di un curioso siparietto rompendo la bottiglia di Prosecco.

Bruttissima caduta per Arenas

Gara dai due volti per Tony Arbolino, che dopo un inizio incoraggiante, dove ha lottato costantemente con i primi, è calato tanto nel finale chiudendo addirittura 10°. Bruttissimo incidente, infine, per il leader del Mondiale Arenas, che a 8 giri dal termine è scivolato roteando lui e la moto più volte nella ghiaia.

Lo spagnolo si è fatto male e al momento è alla Clinica Mobile per i controlli del caso. Per effetto di questi risultati Suzuki accorcia e di molto sul leader Arenas e ora è appena a 6 punti dall’iberico. Piccolo dato statistico: il pilota giapponese ha vinto sulla stessa pista dove nel 2004, in 125, con la sua Aprilia, Marco Simoncelli trovò il suo primo successo nel Motomondiale.

A questo punto Suzuki diventa un serio pretendente al titolo, mentre al momento, classifica alla mano, l’italiano messo meglio nella corsa al Mondiale è Celestino Vietti, che però ha bisogno di cominciare a vincere qualche gara se vuole accarezzare anche lui il sogno di succedere a Lorenzo Dalla Porta.

Antonio Russo

Moto3, l’ordine di arrivo

1    T. SUZUKI    39:18.861
2    J. MCPHEE    +0.064
3    C. VIETTI    +0.134
4    D. BINDER    +0.628
5    G. RODRIGO    +0.817
6    R. FERNANDEZ    +2.742
7    J. ALCOBA    +3.315
8    S. GARCIA    +4.853
9    R. YAMANAKA    +4.887
10    T. ARBOLINO    +4.988
Suzuki (Getty Images)
Suzuki (Getty Images)