Jerez, Fabio Quartararo: massima attenzione alle cadute

0
137

Fabio Quartararo partirà ancora una volta dalla pole position. Ma per vincere servirà una buona strategia e fare molta attenzione.

La Yamaha Petronas di Fabio Quartararo in pista a Jerez de la Frontera per il Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 (Foto Dorna)
La Yamaha Petronas di Fabio Quartararo in pista a Jerez de la Frontera per il Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 (Foto Dorna)

Fabio Quartararo riconferma di avere un ottimo feeling non solo con la sua Yamaha M1, ma anche con il circuito di Jerez. Come avvenuto una settimana fa e un anno, il francese del team Petronas firma la pole position e domani lotterà per la seconda vittoria stagionale, approfittando del forfait di Marc Marquez. “Non mi sarei mai aspettato di raggiungere la pole position perché non ho fatto un giro perfetto oggi”, ha detto il leader del Mondiale. “Pensavo di essere in prima fila, ma quando ho scoperto di essere il primo, ero estremamente felice.”

Nonostante il best lap non ha riscontrato un feeling perfetto con le gomme. “Non mi sentivo bene durante le qualifiche”, ha aggiunto Fabio Quartararo. “C’era qualcosa di strano. La parte anteriore ha spinto e non avevo molta presa nella parte posteriore. Ecco perché la pole è arrivata così inaspettatamente. Ma è una bella sensazione sapere che siamo così avanti”.

Reduce dalla vittoria di una settimana fa, serve adesso una valida strategia per poter vincere contro Maverick Vinales. “Dobbiamo essere intelligenti nei primi giri. Abbiamo un buon ritmo, ma sappiamo anche che il grip in pista dopo la gara Moto2 è sempre imprevedibile. Ci sono state alcune cadute la scorsa settimana, il che ci mostra che le condizioni non sono sicure. Dobbiamo adattarci, ma sono fiducioso e non vedo l’ora di correre domani”.