Melandri si aspetta di tutto da Marquez: “Cosa può fare domenica in gara”

0
181

Marco Melandri parla del rientro lampo in pista di Marc Marquez al Gran Premio d’Andalusia: “Non do per scontato che corra. Ma potrebbe stupirci veramente”

Marc Marquez (Foto Gold & Goose/Red Bull)
Marc Marquez (Foto Gold & Goose/Red Bull)

Il rientro lampo in pista di Marc Marquez, a pochi giorni dall’operazione chirurgica all’omero destro, fratturato domenica nel Gran Premio di Spagna, ha sbalordito anche una vecchia volpe delle corse come Marco Melandri. Anche perché non si tratta certamente di un problema fisico di scarsa entità, soprattutto per un pilota.

“Credo che sia un infortunio abbastanza pesante, soprattutto al braccio destro, anche considerando la pista di Jerez che gira in particolare a destra, quindi il braccio è più sollecitato in frenata”, sottolinea il ravennate, che domenica prossima tornerà in Superbike con il team Barni, ai microfoni del Corriere dello Sport. “Credo che non sarà così scontato riuscire a correre per Marquez. Ma è anche vero che, una volta che l’osso è stato fissato dalla placca, se fa il suo lavoro, non dovrebbe subire troppe sollecitazioni”.

L’opinione di Melandri su Marquez

Un infortunio perfino più grave di quello datato 2013 di Jorge Lorenzo, che in trentasei ore passò dall’operazione alla clavicola sinistra al quinto posto in gara ad Assen. “Credo che l’omero sia più critico della clavicola, perché quando freni carichi tutto il peso sul braccio, mentre sulla clavicola puoi compensare in qualche altro modo”, precisa Melandri, quest’anno anche commentatore tecnico per Dazn. “Per entrambi, in ogni caso, ci vuole tanta determinazione e forza mentale per riuscire a superare un dolore così”.

Ma il Cabroncito ha un’arma in più dalla sua parte: la straordinaria forza psicologica. “Il rientro record è dovuto non tanto al calendario o alla situazione che si è venuta a creare, ma alla determinazione e al fatto che, nella mente di Marquez, ci sia solo la volontà di rientrare e fare punti in prospettiva mondiale”, conferma l’ex iridato di classe 250. “Non lo fa per provare qualcosa, ma perché, nella sua testa, esiste solo il titolo”.

E così, pur non essendo ancora convinto del tutto che possa correre, Melandri si spinge addirittura a pronosticare un risultato strabiliante domenica per Marquez: “Da lui ci si può aspettare di tutto, anche le cose più impensabili. La logica dice che potrebbe pensare di fare una gara per arrivare al traguardo, vedendo che domenica scorsa sono arrivati in 12 o 13, e l’importante potrebbe essere anche solo arrivare in fondo per racimolare punti. Comunque non si sa mai, perché lui magari si sente bene, si trova bene in gara, con qualche infiltrazione antidolorifica nel punto giusto, e potrebbe stupirci veramente”.

Leggi anche —> Il medico avvisa Marquez: “Rischia grosso a correre, effetti devastanti”

Marco Melandri (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Marco Melandri (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)