Aleix Espargarò chiude nella top-10 la prima giornata di prove libere in Andalusia. Bradley Smith al lavoro sul setting.

Aleix Espargaro (foto Aprilia)

Aprilia ritorna in pista dopo pochi giorni dalla prima gara stagionale. Nel GP di Jerez che ha inaugurato il 2020 Aleix Espargarò è stato sfortunato ed è rientrato ai box dopo pochi giri. In questo fine settimana vuole prendersi una rivincita e collezionare un primo buon risultato per inaugurare il progetto della RS-GP

Al termine delle prime due sessioni del venerdì, Aleix Espargarò ha conquistato la top-10 provvisoria, con il nono tempo a meno di 7 decimi dal best lap. Una posizione che gli garantisce l’accesso provvisorio alla Q2 ma che andrà confermata nel corso delle FP3 in programma  sabato mattina. “Questa mattina mi sono trovato un po’ meglio, riuscendo a mettere la RS-GP nei primi dieci. Va detto che con tre piloti veloci infortunati è stato un po’ più semplice, domani nelle FP3 dovremo comunque spingere per mantenere questa posizione. Nel pomeriggio abbiamo avuto qualche difficoltà, purtroppo perdiamo ancora molto in accelerazione e questo viene accentuato dal poco grip quando la temperatura sale. Spero di poter migliorare per domani, l’obiettivo è confermare la top-10 e portare la moto in Q2”.

Smith lavora sul set-up

Bradley Smith, che nella prima uscita stagionale ha chiuso 15° conquistando il primo punto iridato del 2020, sta provando a migliorare il feeling con l’Aprilia RS-GP. Domani proseguirà il lavoro sul setting del prototipo. “Oggi abbiamo scelto di sfruttare le due sessioni per lavorare sugli aspetti che meno mi avevano soddisfatto durante la gara di domenica scorsa. Le condizioni ci avevano preso un po’ alla sprovvista, evidentemente non disponiamo ancora di dati sufficienti su questa nuova moto. Chiaramente le FP3 di domani mattina saranno una specie di qualifica, tutti entreranno con il coltello tra i denti e dovremo cercare di sfruttare al meglio la RS-GP nel time attack”.

Aleix Espargaro (foto Aprilia)