Valentino Rossi, domenica un altro record negativo in MotoGP per lui

0
250

Valentino Rossi domenica si è ritirato e per lui si tratta di una prima volta assoluta all’esordio da quando corre in MotoGP.

Valentino Rossi (Twitter)
Valentino Rossi (Twitter)

Valentino Rossi ha alle spalle una carriera lunghissima, eppure domenica è riuscito ad infrangere quello che si potrebbe definire quasi un record. Il Dottore, infatti, nonostante i tanti campionati disputati, almeno per quanto concerne la MotoGP, aveva sempre terminato la prima gara sin qui.

L’ultimo ritiro all’esordio nella carriera di Valentino Rossi si era verificato al battesimo in 500 in Sud Africa nel 2000. Durante la sua carriera il #46 si era ritirato solo due volte alla prima gara, nel 1998 in Giappone, in 250 e per l’appunto come dicevamo all’inizio del nuovo millennio nella classe regina del Motomondiale.

Mai così male all’esordio in MotoGP

Il ritiro di Jerez diventa così il peggior risultato all’esordio nella carriera di Valentino Rossi in MotoGP. Prima di domenica il suo primato negativo era il 14° posto raccolto sempre all’esordio in Andalusia nel 2006. In quell’occasione il rider di Tavullia, partito nelle retrovie, finì a terra alla prima curva.

In quel frangente però Valentino rialzò la moto e tornò in pista ultimo e lontanissimo dal gruppo riuscendo con una buona rimonta a riportarsi sul gruppo riuscendo così almeno a mettere in bacheca qualche punto iridato per quella che fu una stagione molto sfortunato. Nel 2006, infatti, tra guai tecnici, sfortune ed eccessi di zelo, Vale perse il titolo alla fine in favore di Hayden per una manciata di punti.

Per gli amanti delle statistiche: nelle altre due occasioni in cui si è ritirato all’esordio, Rossi alla fine ha sempre chiuso 2° nel Mondiale, un risultato per il quale oggi, a 41 anni compiuti, il Dottore quasi sicuramente firmerebbe. Nelle ultime stagioni invece il #46 ci aveva abituato ad inizi abbastanza promettenti. Un anno fa aveva chiuso 5° in Qatar dopo una grandissima rimonta dall’11a posizione, con un ritmo che gli avrebbe permesso di giocarsi la vittoria se solo fosse partito più avanti, mentre nei due anni precedenti aveva sempre chiuso a podio all’esordio.

Antonio Russo

MotoGP - Valentino Rossi (Getty Images)
MotoGP – Valentino Rossi (Getty Images)