Aleix Espargarò dice la sua sul ritorno così rapido di Marc Marquez e Cal Crutchlow, 48 ore dopo l’intervento subito dal dott. Mir.

Aliex Espargaro
Aleix Espargaro (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Cal Crutchlow e Marc Marquez considerati ‘fit’ 48 ore dopo un intervento chirurgico, decisioni che fanno discutere i fan della MotoGP sui social e nelle chat di gruppo. Prova a dire la sua un pilota esterno alla Honda, Aleix Espargarò. “La cosa buona è che negli ultimi tre, quattro o forse cinque anni abbiamo migliorato notevolmente il lato medico del Mondiale”, ha dichiarato il pilota Aprilia.

Aleix ha piena fiducia del dott. Charte che ha lasciato via libera a Marc Marquez. “Abbiamo ottimi dottori e ottimi test. Quindi credo che i controlli che dobbiamo superare dopo un infortunio per guidare di nuovo siano sufficienti perché Charte e Mir sono medici incredibilmente bravi. Se ci dai il permesso, significa che siamo anche in grado di guidare una MotoGP”, ha spiegato il pilota residente in Andorra.

MotoGP che passione!

Il pilota Aprilia ricorda quanto gli è successo l’anno scorso in Catalunya. “Ricordo la scorsa stagione quando mi sono schiantato con Bradley a Barcellona. Non riuscivo nemmeno a camminare correttamente con il ginocchio, ma sono salito in bici, anche se ad Assen ho sofferto molto. Ma ero lì. Marc ci proverà questo fine settimana, insieme a Rins e Cal. Presumo che il controllo medico che hanno dovuto superare sia sufficiente per loro e anche per la sicurezza degli altri piloti quando guidiamo insieme”.

Aleix Espargarò non avanza sospetti né si sorprende troppo per il ritorno di Marc Marquez a pochi giorni dall’intervento al braccio destro. “Questo è solo un altro esempio di come ci teniamo noi piloti, quanto amiamo questo sport. Non è solo un lavoro, è anche la nostra passione. Sono sicuro che tutti avrebbero provato come Marc. Marc è ben posizionato fisicamente, allena i suoi muscoli con forza. Forse può compensare un po’”.

Aleix Espargaro (foto Aprilia)