Villeneuve tifa per il grande ritorno di Vettel alla Red Bull: ecco perché

0
121

L’ex iridato Jacques Villeneuve sostiene che Sebastian Vettel sia il pilota giusto per la Red Bull: “Sa guidare le macchine progettate da Adrian Newey”

Adrian Newey e Sebastian Vettel ai tempi della Red Bull (Foto Getty Images/Red Bull)
Adrian Newey e Sebastian Vettel ai tempi della Red Bull (Foto Getty Images/Red Bull)

Jacques Villeneuve regala un consiglio spassionato alla Red Bull: riprendetevi in squadra il figliol prodigo Sebastian Vettel. Il motivo è semplice da spiegare, secondo il campione del mondo 1997, e dipende dalle caratteristiche peculiari delle vetture che portano la firma del guru dei progettisti, Adrian Newey.

Newey realizza sempre delle vetture che sono al limite, davvero difficili da guidare”, spiega l’ex pilota canadese ai microfoni di Sky Sport. “Lo si vede chiaramente analizzando le differenze tra Max Verstappen e Alexander Albon. Vettel ha dimostrato in passato di saper maneggiare le macchine di Newey. Questo lo rende il compagno di squadra perfetto per Verstappen. A quel punto la Red Bull avrebbe finalmente due piloti che possono guidare al limite”.

I limiti attuali della Red Bull

Cacciare Alex Albon per ingaggiare Sebastian Vettel, dunque: questa è la ricetta che Villeneuve indica ai Bibitari per poter compiere il definitivo salto di qualità. Eppure, per il momento, la pista più calda per il quattro volte campione del mondo è quella che porta alla Aston Martin. Anche perché i boss delle Lattine difendono il loro attuale pilota thailandese.

“Ha corso bene in gara e ha fatto molti sorpassi, le critiche verso di lui sono ingiuste”, ha sostenuto il plenipotenziario Helmut Marko dopo il Gran Premio d’Ungheria. Anche un ex pilota della squadra austriaca come Robert Doornbos concorda: le difficoltà dimostrate in questo inizio di stagione dal team dipendono molto di più dalla vettura che dal pilota.

“Prima potevano puntare il dito contro il loro vecchio motorista, la Renault“, ha spiegato ai microfoni di Ziggo Sport. “Ma non credo che ci sia nulla che non va con il motore Honda, che non è il più veloce ma non è certamente neanche il peggiore. Semmai è la macchina a non essere bilanciata. Mi aspetto una stagione dominata da Lewis Hamilton e dalla Mercedes: loro hanno recuperato un secondo, mentre la Red Bull è rimasta ferma”.

Leggi anche —> Sebastian Vettel chiede scusa alla Red Bull… per preparare il ritorno?

Adrian Newey e Sebastian Vettel ai tempi della Red Bull (Foto Clive Mason/Getty Images/Red Bull)
Adrian Newey e Sebastian Vettel ai tempi della Red Bull (Foto Clive Mason/Getty Images/Red Bull)