Intervento perfettamente riuscito per Marc Marquez. Si attendono i tempi di recupero, ma potrebbe essere già in pista a Brno dal 7 al 9 agosto.

Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

Dopo la brutta caduta rimediata domenica a Jerez Marc Marquez si è sottoposto stamane a intervento chirurgico e l’operazione è perfettamente riuscita. L’intervento è stato eseguito dall’ormai noto dott. Xavier Mir presso l’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona, dove il campione della Repsol Honda è arrivato ieri pomeriggio.

Se ieri è stato notato nelle prime analisi che il nervo distale non era interessato, il che era essenziale per abbreviare la riabilitazione e il rientro in pista, oggi durante l’intervento è stato possibile verificare che, in effetti, non ha subito gravissime conseguenze ad eccezione della frattura dell’omero. Gli è stata inserita una placchetta per velocizzare i tempi di recupero e non è da escludere che potremmo rivedere Marc Marquez nel week-end di Brno in programma dal 7 al 9 agosto.

Nervo radiale intatto

Il dott. Xavier Mir, specialista in traumatologia del servizio medico MotoGP Quirónsalud e direttore dell’unità ICADME per mani e gomiti dell’Ospedale universitario Dexeus di Barcellona, ​​aveva già precisato nelle ore precedenti: “Se il nervo radiale non è interessato, possiamo stabilizzare la frattura e Márquez sarà in grado di tornare prima. Marc sarà out a Jerez e l’obiettivo è per lui è di tornare a Brno”. Le previsioni sono state soddisfatte e presto verrà chiarito quanto tempo occorrerà per il recupero definitivo.

Nel prossimo week-end a Jerez, dove si terrà la seconda gara stagionale di MotoGP, Honda non prevede di sostituire Marc Marquez con il collaudatore Stefan Bradl, dal momento che non è obbligatorio apportare la modifica per una singola gara.

Marc Marquez sulla griglia di partenza del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Foto Honda)
Marc Marquez sulla griglia di partenza del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Foto Honda)