Lewis Hamilton raggiunge un altro record incredibile: le 90 pole position in carriera. E la Mercedes surclassa tutti gli altri, con un secondo di vantaggio

Lewis Hamilton dopo la pole position nel Gran Premio d'Ungheria di F1 2020 all'Hungaroring (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton dopo la pole position nel Gran Premio d’Ungheria di F1 2020 all’Hungaroring (Foto Lat Images/Mercedes)

Mai nessuno come lui. I numeri iscrivono Lewis Hamilton a caratteri sempre più profondi nella storia della Formula 1. Ora sono novanta le pole position conquistate nell’arco della sua carriera, sette quelle ottenute solo sul circuito dell’Hungaroring. E, sebbene per la Mercedes il sabato di qualifiche del Gran Premio d’Ungheria abbia rappresentato un’altra manifestazione di superiorità schiacciante (prima fila monopolizzata con oltre un secondo di vantaggio su tutti i rivali), non pensate che raggiungere questa impressionante cifra tonda di partenze al palo per il campione del mondo in carica sia stata una cosa facile.

Anzi: “Valtteri non mi ha reso per niente la vita facile”, commenta lui a fine prove. “Per fare un giro del genere ci è voluta un’assoluta perfezione, e del resto questa è una delle cose che mi piacciono di più”. Si vede: ancora una volta, ci sono le statistiche a testimoniarlo: “Pazzesco, devo darmi un pizzicotto perché ancora non riesco a crederci. In realtà questo record è frutto del lavoro di un incredibile gruppo di persone, senza i quali non avrei avuto l’opportunità di raggiungerlo, e che dunque devo ringraziare moltissimo”.

Un altro record alla portata di Hamilton

Domani il fuoriclasse anglo-caraibico avrà la possibilità di eguagliare un altro record targato Michael Schumacher: quello del maggior numero di vittorie sulla stessa pista. Al momento prevale il Kaiser con le sue otto meraviglie in Francia, mentre Hamilton in Ungheria ne ha ottenute finora sette.

Non bisogna dimenticare, però, che domani per la gara è prevista pioggia, dunque il risultato è tutt’altro che scontato: “Fin dalla partenza, quando il rettilineo che porta alla prima curva è molto lungo”, mette le mani avanti Lewis. “Bisognerà lavorare stasera e poi scattare bene domani. La gara si prospetta piuttosto lunga e non sappiamo cosa ci riserverà il meteo. Di sicuro io mi presenterò a testa bassa e mi concentrerò il più possibile per cercare di portare una doppietta al team”.

Lewis Hamilton dopo la pole position nel Gran Premio d'Ungheria di F1 2020 all'Hungaroring (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton dopo la pole position nel Gran Premio d’Ungheria di F1 2020 all’Hungaroring (Foto Steve Etherington/Mercedes)