Una Ferrari (finalmente) in crescita. E Vettel batte Leclerc: “Vado meglio”

0
155

La Ferrari va più forte in Ungheria che in Austria e centra la terza fila nelle qualifiche dell’Hungaroring: quinto Sebastian Vettel, sesto Charles Leclerc

Sebastian Vettel in pista nelle qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di F1 2020 all'Hungaroring (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel in pista nelle qualifiche del Gran Premio d’Ungheria di F1 2020 all’Hungaroring (Foto Ferrari)

È solo una terza fila, ma di questi tempi per la Ferrari vale molto. Almeno quanto la luce che si inizia ad intravedere in fondo al tunnel. “Credo sia andata molto meglio rispetto ai weekend precedenti”, ammette infatti Sebastian Vettel. “Per la prima volta abbiamo portato entrambe le macchine nella fase finale delle qualifiche”.

La situazione al Gran Premio d’Ungheria pare meno critica per la Rossa: merito anche di una pista più lenta e tortuosa, più adatta alle caratteristiche della SF1000, che non brilla certamente in velocità di punta. “Sappiamo che l’Austria non era molto adatta a noi: perdevamo tantissimo tempo in rettilineo, mentre qui ci sono molte più curve dove possiamo recuperare e la macchina mi è sembrata molto meglio bilanciata”, ribadisce il quattro volte iridato.

Vettel pensa alla strategia per la gara

Certo, da qui a pensare di giocarcela con le Mercedes ce ne passa, ma almeno la lotta a centro gruppo può essere più aperta: “Siamo molto più vicini rispetto a Racing Point, Red Bull e McLaren“, conferma Vettel. “Dobbiamo continuare a crescere, ma ora quello che conta di più è preparare al meglio la gara di domani, perché abbiamo scelto mescole diverse da quelle dei nostri diretti rivali”.

La gara partirà infatti con le due Ferrari che monteranno gomme morbide, mentre le vetture intorno a loro in griglia hanno puntato sulle medie: “Tutti siamo qui per correre e per vincere. Ora non abbiamo il passo per vincere solo con le nostre forze, ma domani tutto può succedere. Ripeto, le gomme saranno cruciali, noi abbiamo optato per una strategia diversa perché abbiamo dovuto utilizzare le morbide. Anche il meteo sarà importante. Dovremo essere attenti e cercare di fare il nostro lavoro”, conclude il tedesco.

Qualche errore per Leclerc

Per la seconda volta consecutiva Vettel è inoltre riuscito a battere il suo compagno di squadra Charles Leclerc in qualifica: il monegasco si accomoderà infatti subito alle sue spalle in griglia di partenza, nella sesta casella. “Sono soddisfatto e contento per il team”, sorride comunque il Piccolo principe. “Sicuramente non è una pole position, però qualificarci quinto e sesto, ripensando a dove eravamo in Austria, è positivo. Domani possiamo giocarcela, soprattutto con la Racing Point“.

Qualche sbavatura Leclerc la ammette: La qualifica è stata abbastanza difficile per me, nelle prime due eliminatorie ho fatto fatica e commesso anche qualche errore. L’ultima fase è andata un po’ meglio”. Ma quel che conta resta comunque la gara di domani: “Il nostro passo gara è abbastanza buono. Rispetto alle simulazioni delle prove libere, le gomme morbide alla domenica di solito migliorano molto. Speriamo che vada così anche domani e che potremo trarne un vantaggio”.

Sebastian Vettel in pista nelle qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di F1 2020 all'Hungaroring (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel in pista nelle qualifiche del Gran Premio d’Ungheria di F1 2020 all’Hungaroring (Foto Ferrari)