Si sono concluse le qualifiche del GP d’Ungheria. Mercedes davvero di un altro mondo. La Ferrari risale ma il gap è importante.

(©F1 Twitter)

Con nuvoloni all’orizzonte e il forte rischio pioggia è partita la sessione di qualifica del GP dell’Ungheria. Tutti subito dentro per evitare rischi.

Q1 – Mercedes immediatamente in testa. 1’15″484 per Valtteri Bottas. Sin dai primi giri è chiaro che sarà storia tra le Frecce d’Argento e le Racing Point. Ham supera il compagno di squadra, ma negli ultimi minuti arriva Perez con un 1’14″681 su gomme medie che lo porta in vetta. Ci prova anche Sebastian Vettel ma nel run conclusivo non è esattamente pulito e si deve accontentare della quarta piazza.
Bandiera a scacchi! Racing Point al vertice con Sergio Perez davanti a Lance Stroll e alla W11 di Lewis Hamilton.
Disastro Alfa Romeo. Antonio Giovinazzi 19°. Ultimo Kimi Raikkonen. Al contrario “grande” performance della Williams che si salva sia con Latifi, sia con Russell.

Q2 – Primo in pista un George Russell esaltato dalla 9° piazza firmata nella prima fase. Ham segna un 1’14″261.A 7′ dalla fine Leclerc a rischio eliminazione.Intanto un problema sull’Alpha Tauri di Pierre Gasly potrebbe subito togliere dai giochi il francese.

Perez unico in azione con le medie nell’ultimo tentativo della seconda tranche.
Bandiera a scacchi! La Mercedes torna al comando con Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas e Max Verstappen con la Red Bull. Salve entrambe le Ferrari. Fuori invece la Red Bull di Alex Albon che polemizza con il suo ingegnere, ma viene fatto tacere. Fuori per un errore anche Ricciardo su Renault.

Q3 – In pista Racing Point e Ferrari. 1’14″671 per Stroll, ma arriva Hamilton con un pazzesco 1’13″613. Tempi preoccupanti per i ferraristi. A 5′ Vettel prova a recuperare sulle Mercedes. Il suo gap è di quasi 2″.
Per il problemi al motore lamentati nel Q2 Gasly ha preferito non lanciarsi nell’ultima fase. A 2’30 dalla bandiera tutti nel traffico. Vettel si lamenta per qualche goccia di pioggia. Ham migliora ulteriormente in 1’13″447.
Bandiera a scacchi! E’ pole per Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas e Lance Stroll. Quarta l’altra Racing Point di Sergio Perez. Quarto Sebastian Vettel, poi Charles Leclerc.

(©Mercedes Twitter)