Franco Morbidelli e Fabio Quartararo segnano una doppietta Yamaha Petronas nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP

Fabio Quartararo sulla Yamaha Petronas nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)
Fabio Quartararo sulla Yamaha Petronas nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)

Si chiude con una doppietta targata Yamaha Petronas il venerdì di prove libere del Gran Premio inaugurale della MotoGP 2020, in Spagna, a Jerez de la Frontera. Nella seconda sessione pomeridiana svetta il nostro Franco Morbidelli, grazie ad un guizzo finale, proprio nel momento in cui i piloti hanno montato le gomme nuove per dare l’assalto al giro secco.

Il più veloce è stato dunque il romano, con il suo 1:38.125, che ha prevalso sul compagno di squadra Fabio Quartararo, staccato di appena 27 millesimi. Ottimo, comunque, il passo del francese, che stamattina aveva perso venti minuti di prove per via della sanzione comminatagli dalla Fim, ma nel pomeriggio si è tenuto costantemente sul piede dell’1:38, spaventando decisamente gli avversari in vista della gara.

Caduta per Marquez

Dietro al sorprendente debuttante Brad Binder, terzo con la Ktm, c’è il quarto posto di Marc Marquez, autore anche di una scivolata alla curva 2. Come gli capita spesso, al campione del mondo in carica si è chiuso l’anteriore, ma né lui né la sua Honda hanno riportato danni dalla caduta, tanto che il Cabroncito è subito ripartito percorrendo anche dieci metri da brivido in contromano. Anche il suo vicino di box e fratello minore Alex Marquez è stato vittima di un episodio analogo: al rientro nel garage ha lamentato con i suoi tecnici un saltellamento della sua moto.

Yamaha in crisi in frenata

Dietro a Marquez Senior, il cui miglior tempo di stamattina resta comunque il riferimento di giornata, si piazzano l’altra Ktm di Pol Espargarò e l’altra Honda satellite di Cal Crutchlow. Solo settima la migliore delle Yamaha, quella di Maverick Vinales: lui, come del resto il compagno di colori Valentino Rossi (appena ventesimo), ha manifestato grosse difficoltà nel frenare la moto, probabilmente dovute al caldo eccessivo.

Completano le prime dieci posizioni le tre Ducati di Johann Zarco (ottavo), Andrea Dovizioso (nono) e Pecco Bagnaia (decimo). La MotoGP torna in pista domani mattina, sabato, alle ore 9:55 per la terza sessione di prove libere.

MotoGP Spagna, la classifica della seconda sessione di prove libere

1
21
F. Morbidelli
1:38.125
2
20
F. Quartararo
+0.027
3
33
B. Binder
+0.125
4
93
M. Marquez
+0.244
5
44
P. Espargaro
+0.247
6
35
C. Crutchlow
+0.265
7
12
M. Vinales
+0.471
8
5
J. Zarco
+0.485
9
4
A. Dovizioso
+0.489
10
63
F. Bagnaia
+0.500
Marc Marquez su Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Marc Marquez su Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)