Sempre il solito Marquez: “Tutto come l’anno scorso. Cadute comprese”

0
684

Marc Marquez chiude in testa il venerdì di prove libere della MotoGP a Jerez e ritrova la solita Honda: forte come nel 2019, ma anche facile alle cadute

La caduta di Marc Marquez dalla sua Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)
La caduta di Marc Marquez dalla sua Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Fotogramma dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)

Marc Marquez riprende il suo discorso esattamente dove lo aveva interrotto al termine della scorsa stagione: “Le mie sensazioni sono buone, molto simili a quelle del 2019”, afferma al termine della prima giornata di prove libere del Gran Premio inaugurale del 2020, nella sua Spagna, a Jerez de la Frontera.

Lo testimonia il suo miglior tempo, stabilito nella sessione mattutina e rimasto imbattuto al pomeriggio, nel venerdì. Ma non solo: “La Honda resta una moto difficile sull’anteriore, con cui è facile cadere”, sottolinea il Cabroncito.

L’ultima caduta di Marquez

E infatti, tra le vecchie abitudini che il campione del mondo in carica non si è fatto mancare in queste prime uscite ufficiali del campionato non è potuta mancare anche una caduta, con la più classica delle chiusure dell’anteriore, alla curva 2, fortunatamente senza conseguenze.

“È stata una scivolatina strana”, racconta. “Non stavo forzando, ma ha fatto un piccolo salto la gomma anteriore e poi mi è scivolato il piede dalla pedana. Io ho spinto con il ginocchio ma la moto non si è alzata e sono caduto, senza farmi male. Tanto che sono ripartito e ho ripreso a girare con la stessa moto, senza tornare ai box”.

Sempre il solito Marquez, dunque, e sempre la solita Honda. L’unico cambiamento degno di nota viene probabilmente dagli pneumatici, a cui la Casa di Tokyo si sta ancora adattando: “La nuova Michelin ha più aderenza: in uscita di curva questo è un vantaggio, ma in entrata spinge di più sull’anteriore”, conclude il catalano. Ma, al momento, per lui non sembra esserci proprio nulla di che preoccuparsi. Nemmeno quando finisce per terra.

Marc Marquez sulla sua Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Foto Dorna)
Marc Marquez sulla sua Honda nelle prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP 2020 a Jerez de la Frontera (Foto Dorna)