Difficilmente rivedremo il Mondiale Superbike correre a Laguna Seca. La vecchia società di gestione del circuito ha accumulato debiti non pagati verso Dorna.

Laguna Seca Circuit Superbike
Laguna Seca (foto WorldSBK)

Quello di Laguna Seca non era più uno dei round Superbike già prima della riscrittura del calendario 2020 causa Covid-19. Infatti, l’ultima edizione dell’appuntamento si è svolta l’anno scorso.

Una perdita pesante, dato che non ci sono gare del Mondiale SBK negli Stati Uniti e la tappa californiana era un classico della stagione. Meno sofferto era stato l’addio della MotoGP, che lì ha corso tra il 2015 e il 2013. Infatti, il Motomondiale in seguito ha corso solamente ad Austin come GP statunitense.

Superbike, debito Laguna Seca verso Dorna

Il quotidiano Monterey Contry Weekly ha rivelato che Sports Car Racing Association of the Monterey Peninsula (SCRAMP), società che gestiva il Laguna Seca Raceway, ha accumulato debiti per 2.2 milioni di dollari nei confronti di Dorna. La somma è stata ripagata.

Le gestione dello storico circuito californiano non è stata buona negli anni scorsi. Adesso c’è urgente bisogno di effettuare investimenti su un nuovo asfalto e per la modernizzazione del circuito.

Da novembre 2019 le autorità della contea di Monterey hanno tolto alla SCRAMP l’amministrazione di Laguna Seca dopo ben 62 anni. Ad occuparsene adesso c’è una nuova società, la A&D Narigi Consulting. Già nel 2015 c’era l’idea di cambiare gestione, però solo recentemente ciò è avvenuto.

Se il debito accumulato con Dorna non verrà ripagato, difficilmente rivedremo la Superbike correre a Laguna Seca. Al campionato mondiale delle derivate di serie serve un round negli Stati Uniti, molto importante per i vari marchi presenti in griglia. Tuttavia, andranno esplorate opzioni diverse.