F1 Ungheria, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

0
141

La pioggia fa sorridere la Ferrari. In un secondo turno di prove dell’Ungheria completamente bagnato le Mercedes sono state beffate.

Dopo una prima sessione con qualche goccia di pioggia qua e là, l’FP2 si è aperto con l’acqua. Unica monoposto ad entrare in azione nei primi minuti è l’Alpha Tauri di Pierre Gasly costretto tutta la mattina al box a causa di noie al motore.

Dopo 20′ di silenzio la pista si rianima con la Racing Point di Sergio Perez. 1’43″682 per il messicano.

Sulla scia di Checo, il compagno di squadra Lance Stroll e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen che in mattinata non ha girato per lasciare spazio alla riserva Robert Kubica.

1’42″380 per Stroll. La visibilità è decisamente ridotta.

Dentro anche la Ferrari di Leclerc a 40′ dalla fine. 1’45″827 per lui e terzo tempo assoluto. 1’44″912 per Sebastian Vettel.
Esteban Ocon su Renault è il primo ad azzardare con le intermedie.

1’40″464 per Seb che passa al comando quando mancano 25′.

Anche McLaren e Mercedes si uniscono alle Rosse in circuito. Bottas firma il secondo tempo ed è a due decimi dal #5.

A 10′ dalla bandiera soltanto 12 macchina ha segnato un riscontro cronometrico.
Nonostante l’aderenza sia minima le Ferrari contiuano a girare. Su intermedie pure la coppia Red Bull Max Verstappen ed Alex Albon.
A 6′ dalla fine Lewis Hamilton dopo un giro d’installazione rientra al box. Per lui prove finite.

Grandi deparate da parte di tutti i piloti. Restare in pista è piuttosto complicato.
Bandiera a scacchi! Sebastian Vettel su Ferrari precede la Mercedes di Valtteri Bottas e la McLaren di Carlos Sainz. Nono tempo per l’Alfa di Kimi Raikkonen che ha effettuato 16 tornate.

Kimi Raikkonen (©Alfa Romeo Twitter)