Pol Espargarò è felice di avere un futuro nel team Repsol Honda MotoGP, ma prima punta a concludere positivamente la sua avventura con KTM.

Pol Espargaro MotoGP
Pol Espargaro (Getty Images)

Pol Espargarò vuole chiudere l’esperienza in KTM con un 2020 di alto livello prima di pensare al passaggio nel team Repsol Honda. La casa austriaca sta investendo tanto e quest’anno vuole migliorare i risultati rispetto al passato.

Già nel 2019 si è vista un po’ di crescita ed è stato soprattutto il pilota spagnolo a fare bene, raddoppiando i punti rispetto al 2018. In otto gran premi è riuscito a stare in top 10 e punta a fare meglio in questa stagione. Il potenziale per ottenere buoni risultati sembra esserci, anche se tocca attendere la gara di Jerez per capire meglio la situazione.

LEGGI ANCHE -> MotoGP, Vinales pronto a lottare con Marquez: “Mi sento al top”

MotoGP, Pol Espargarò tra KTM e Honda

Espargarò durante la conferenza stampa di oggi ha così parlato del trasferimento in Repsol Honda nel 2021: «Era difficile dire di no, l’offerta veniva da un team ufficiale. Ci ho pensato a lungo. Chiuderò il quarto anno in KTM, eravamo partiti in una situazione difficile e adesso ci divertiamo invece. Lasciare è triste da un certo punto di vista, però ho 29 anni e voglio il massimo in MotoGP come tutti i miei colleghi. So che passerò in una grande squadra e sarà bellissimo. Comunque è ora di scendere in pista dopo aver tanto parlato. Voglio godermi la stagione con la KTM e fare bene».

A Pol viene chiesto se durante il 2020 ci possano essere dei podi con KTM in alcune gare: «Ci proveremo. La mentalità è quella, l’idea è di vincere e avevamo iniziato con questo obiettivo solo che allora la moto non c’era. Ora siamo molto più vicini all’obiettivo, anche se non ancora dove vorremmo essere. Però facciamo un bel lavoro quando andiamo in pista, ogni volta aggiungiamo un pezzetto e cercheremo di concludere con ottimi risultati il nostro rapporto».

Rossi Rins Espargaro Mir
Piloti MotoGP a Jerez (Getty Images)