MotoGP test Jerez, pomeriggio: le Yamaha beffano Marc Marquez. I tempi

0
14951

Le Yamaha di Maverick Vinales e Fabio Quartararo, negli ultimi venti minuti dei test MotoGP a Jerez, scalzano Marc Marquez dalla vetta della classifica

La Yamaha di Maverick Vinales davanti alla Ducati di Danilo Petrucci nei test MotoGP di Jerez de la Frontera (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)
La Yamaha di Maverick Vinales davanti alla Ducati di Danilo Petrucci nei test MotoGP di Jerez de la Frontera (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)

Marc Marquez aveva cercato per tutta la giornata di confermare di essere il solito padrone della MotoGP, per di più su uno dei suoi circuiti di casa, quello di Jerez de la Frontera. Ma sono state le zampate di Fabio Quartararo, negli ultimi venti minuti, e Maverick Vinales, addirittura a meno di dieci minuti dal termine dell’ultima sessione di test pre-campionato, a negargli la testa della classifica finale.

A dominare le prove che aprono la strada al Gran Premio inaugurale della stagione 2020 del Motomondiale, quello di Spagna in programma nel weekend, dunque, sono le due Yamaha: quella ufficiale e quella satellite nell’ordine. Si deve accontentare del gradino basso del podio provvisorio, invece, il campione del mondo in carica. Alle sue spalle, le due Suzuki di Alex Rins (quarto) e Joan Mir (quinto) continuano ad affacciarsi nelle posizioni che contano e a fare paura ai big.

La miglior Ducati è, un po’ a sorpresa, quella del nostro Pecco Bagnaia, il più in alto in graduatoria tra gli italiani con la sua sesta piazza, davanti al compagno di marca, anch’egli satellite, Johann Zarco. I fratelli Espargaro sono ottavo (Aleix su Aprilia) e nono (Pol su Ktm) rispettivamente. A completare le prime dieci posizioni un altro italiano, Franco Morbidelli.

Dovizioso e Rossi in ritardo

Indietro Andrea Dovizioso, solo dodicesimo: ma per lui la giornata era soprattutto rivolta a sperimentare il suo stato di forma dopo la frattura alla clavicola, e in tal senso le indicazioni ottenute sono rassicuranti. Così come è positivo il riscontro tecnico di Valentino Rossi, nonostante il sedicesimo posto finale: pare che i suoi tecnici siano riusciti a trovare una messa a punto che non soffra così tanto dell’usura della gomma posteriore, come invece gli era accaduto nelle scorse edizioni della gara su questo circuito.

Danilo Petrucci è ultimo, senza tempo al suo attivo: nei primi giri della sessione pomeridiana (il cui inizio è stato ritardato per un black out elettrico in circuito) è infatti scivolato su una chiazza d’olio persa dalla Aprilia di Aleix Espargaro ed è finito a terra, battendo violentemente la testa. Ricoverato al centro medico della pista in via precauzionale, gli è stato fortunatamente diagnosticato solo un trauma cranico che non gli impedirà di prendere il via del weekend di gara.

Leggi anche —> Ducati, Dovizioso in ripresa dall’infortunio… ma dai medici finisce Petrucci

MotoGP test Jerez: la classifica finale

1
M. Vinales
   1:37.793
2
F. Quartararo
   +0.118
3
M. Marquez
   +0.228
4
A. Rins
   +0.524
5
J. Mir
   +0.587
6
F. Bagnaia
   +0.624
7
J. Zarco
   +0.720
8
A. Espargaro
   +0.756
9
P. Espargaro
   +0.799
10
F. Morbidelli
   +0.853
Maverick Vinales ai box Yamaha nei test MotoGP di Jerez de la Frontera (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)
Maverick Vinales ai box Yamaha nei test MotoGP di Jerez de la Frontera (Foto Javier Soriano/Afp/Getty Images)