Max Biaggi parla della stagione 2020 di MotoGP che prende il via a Jerez. E sull’amico Jorge Lorenzo dice: “Non so se vuole tornare a fare il pilota a tempo pieno”.

MotoGP, Max Biaggi

Max Biaggi ha parlato del ritorno alle corse dopo il lungo stop e dell’attuale situazione in MotoGP. Insieme alla MotoGP, anche le categorie Moto2 e Moto3 tornano al lavoro questo fine settimana. Mentre per la classe regina sarà il primo GP del 2020, per le categorie inferiori sarà il secondo round stagionale.

Il team di Max Biaggi punta su Romano Fenati e Alonso Lopez che saranno incaricati di difendere i colori del Max Racing Team, da quest’anno in collaborazione con Husqvarna. “È bello ricominciare. Soprattutto da quando abbiamo una nuova collaborazione con Husqvarna e perché i nostri piloti sono ansiosi di tornare in pista – ha detto a Sky Sport -. Ci concentriamo molto su [Romano] Fenati, deve dimostrare la determinazione che ha. Abbiamo anche [Alonso] Lopez, che è giovane e in crescita”.

L’italiano non ha solo parlato della sua squadra. Ha anche espresso la sua opinione sugli ultimi movimenti nel mercato piloti della MotoGP. In particolare, sulla possibilità di vedere di nuovo Jorge Lorenzo in Ducati nel 2021. “Jorge [Lorenzo] è un pilota di grande talento e non dimentica come si guida. Tuttavia, va detto che il lavoro che sta facendo per Yamaha non è invasivo e gli piace. Non so se vorrà fare il salto per tornare ad essere un pilota a tempo pieno”.

Per il Corsaro il pilota da battere è ancora Marc Marquez, anche se non pensa che sarà così facile come nella precedente stagione. “Ad essere sincero, non ho studiato molto la situazione in MotoGP. È vero, Marc Marquez non ha bisogno di presentazioni, è l’uomo da battere. Ma la Yamaha ha davvero una buona squadra e la M1 sembra essere migliorata molto… Sarà interessante vedere se i giovani piloti faranno meno sforzi di quelli leggermente più vecchi. In ogni caso, tutti si sono allenati. Il livello sarà alto e simile a quello del 2019″.

Max Biaggi
Max Biaggi (photo Instagram)