Leclerc confessa: “Sono deluso da me stesso, è tutta colpa mia”

0
182

Charles Leclerc ha ammesso di aver fatto un grosso errore e soprattutto si è addossato tutte le colpe dell’incidente scusandosi con Vettel.

Il contatto tra le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc al primo giro del Gran Premio di Stiria di F1 2020 al Red Bull Ring (Foto dal profilo ufficiale Twitter della F1)
Il contatto tra le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc al primo giro del Gran Premio di Stiria di F1 2020 al Red Bull Ring (Foto dal profilo ufficiale Twitter della F1)

Charles Leclerc è incappato nuovamente in un errore di gioventù, uno scivolone che già in passato gli era costato qualche punto, come un anno fa a Monaco, quando nel tentativo di risalire si era schiantato contro un’altra vettura. Questa volta però lo sbaglio ha finito per danneggiare anche il suo compagno di team Vettel, con il quale si è scontato all’inizio del GP di Stiria.

Dopo il crash che ha messo in fuorigioco entrambi i piloti della Ferrari, ai microfoni di Sky Sport, Charles Leclerc ha così dichiarato: “Ho aspettato Sebastian per scusarmi, perché quando uno sbaglia sbaglia. Io sono sempre onesto. Oggi non sono stato assolutamente bravo, non trovo altre parole, sono deluso di me stesso. Ho detto a inizio anno che in questa stagione non volevo perdere nemmeno un’opportunità”.

Leclerc: “Sono stato troppo ottimista”

Il monegasco ha poi proseguito esprimendo tutti i suoi rimpianti per la gara mancata: “Oggi probabilmente non avremmo fatto tanti punti, ma avevamo sicuramente la possibilità di migliorare la posizione di ieri. Peggio di quanto accaduto oggi non è possibile, è tutta colpa mia. Mi prendo io la responsabilità, mi dispiace tantissimo per il team che ha lavorato tanto per portare degli upgrade in questa gara”.

Infine Leclerc ha così concluso tornando ad ammettere le sue responsabilità nel contatto: “Le novità non ci hanno portato dove volevamo, ma sicuramente ci hanno fatto fare uno step in avanti. Volevamo vedere come saremmo andati in gara, ma ho buttato tutto via io, non ci sono davvero scuse. Avevo tanta voglia di fare bene, forse troppa, non è una cosa, ma devo imparare da questo. Sono stato troppo ottimista. Ho visto un buco e mi sono detto di provarci. Avrei dovuto ragionare di più nell’abitacolo, dovevo pensare che c’era lì Seb che è anche il mio compagno di team. Oggi è completamente colpa mia”.

LEGGI ANCHE:
—> Vettel si sfila: “Non c’era spazio, non potevo evitare Leclerc”
—> Binotto: “Nessun problema tra i piloti. A noi resta solo una cosa da fare”
—> Disastro Ferrari al via: le due Rosse si fanno fuori da sole (VIDEO)

Antonio Russo

Ritiro di Charles Leclerc (Getty Images)
Ritiro di Charles Leclerc (Getty Images)