Nel giorno del patatrac Ferrari, domina la Mercedes. Il GP di Stiria ci ha rivelato chi non potrà vincere il mondiale 2020.

Con la Mercedes di Lewis Hamilton in pole affiancata dalla Red Bull di Max Verstappen è scattato il GP di Stiria.

Grande caos nelle retrovie. Charles Leclerc che partiva 14° sperona Sebastian Vettel 10°. Safety Car in pista. L’alettone della SF1000 #5 è ko.

Seb costretto a rientrare al box. Al monegasco invece cambiano l’ala.
Al giro 5 errore per la Williams di George Russell che finisce sulla ghiaia. Ritiro anche per Leclerc. Troppi i danni al fondo vettura.

Si riprende ed è immediatamente lotta tra la McLaren di Carlos Sainz e la Red Bull di Alex Albon, che attacca e supera l’iberico.

Prime parole di Leclerc alla tv francese: “E’ stata colpa mia. Ho intravisto una possibilità e mi sono buttato”.

Al giro 14, nelle retrovie Kimi Raikkonen, penalizzato dall’incidente tra le Rosse è 15° dopo aver compiuto alcuni bei sorpassi.
Bel duello per la top 10 tra la McLaren di Lando Norris e l’Alpha Tauri di Pierre Gasly.

Al giro 24 primo pit stop per Verstappen. L’olandese passa dalle soft alle medie.
Alla tornata 26 arriva il ritiro per Esteban Ocon. Il francese della Renault era in scia al compagno Daniel Ricciardo in P7. Per lui possibili noie al sistema di raffreddamento.

Al giro 28 medie pure per Ham.
Al giro 30 è Bottas a comandare davanti a Hamilton e Verstappen.
Al giro 33 problemi al cambio gomme per Sainz che rietra 13°.
Tornata 35 2″3 per la sosta di Valtteri Bottas, che passa alle medie.
Quando siamo al giro 41 ottima gara delle due Racing Point. Sia Stroll, sia Perez hanno già compiuto numerosi sorpassi.

Intanto al vertice Hamilton viaggia con oltre 5″ d vantaggio su Verstappen e 7″ sul team-mate Bottas. Raikkonen con l’Alfa è 9°.
Al giro 46 sosta per Iceman che rientra 14°. Bella battaglia tra le RP20.
Al giro 62 bagarre tra le McLaren. I due però non ingaggiano ruota a ruota e Sainz lascia passare Norris.
A quattro tornate dalla fine Bottas passa Verstappen in difficoltà con le gomme.
1’05″619 per Sainz.
Ultimo giro. Contatto tra Albon e Perez.
Bandiera a scacchi! Doppietta Mercedes con Hamilton davanti a Bottas. Terzo Verstappen. Lotta entusiasmante alle loro spalle, con Norris che beffa le due Racing Point.

Lewis Hamilton in pista al Gran Premio d'Austria di F1 2020 al Red Bull Ring (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton in pista al Gran Premio d’Austria di F1 2020 al Red Bull Ring (Foto Lat Images/Mercedes)