La Red Bull ci ripensa: il grande ritorno di Sebastian Vettel si può fare

0
2867

Se inizialmente aveva smentito ogni ipotesi in tal senso, ora la Red Bull si dichiara possibilista al ritorno in squadra del suo ex Sebastian Vettel

Sebastian Vettel con le tute di Red Bull, a sinistra, e Ferrari, a destra (Foto Red Bull)
Sebastian Vettel con le tute di Red Bull, a sinistra, e Ferrari, a destra (Foto Red Bull)

Anche un semplice cambio di tono da “assolutamente no” a “mai dire mai” può essere una notizia. Specialmente in un mondo come quello della Formula 1, dove la comunicazione è affidata alle note stampa accuratamente limate, alle dichiarazioni di circostanza, alle parole dosate con il contagocce.

Ed è sicuramente una notizia il fatto che la Red Bull, che in un primo momento aveva negato in maniera categorica il possibile ritorno di Sebastian Vettel, oggi invece gli lasci aperto per lo meno uno spiraglio. Se Christian Horner non era apparso per niente convinto all’idea di riprendersi in casa il figliol prodigo, molto più possibilista si è detto invece il plenipotenziario Helmut Marko.

“La situazione attuale è nota: abbiamo contratti in essere sia con Max Verstappen che con Alex Albon”, ha dichiarato al sito specializzato tedesco F1 Insider. “Ma in Formula 1 le cose possono sempre cambiare. Dopo questa stagione, comunque vada a finire, ne sapremo di più…”. Frasi sibilline, che non suonano come una conferma ma di certo nemmeno come una smentita.

Vettel alla Red Bull piace a molti

I contatti tra Vettel e la sua ex scuderia, del resto, non si sono mai interrotti: lo dimostra anche il colloquio avvenuto a margine del Gran Premio d’Austria, senza mascherine né distanziamento sociale, che per questo motivo è valso persino una tirata d’orecchie dalla Fia ad entrambe le parti. Sempre lo stesso Marko, ai microfoni di Servus Tv, ha dichiarato di averlo sentito “spesso” durante la quarantena.

Anche Max Verstappen lo accoglierebbe a braccia aperte, come ha dichiarato alla stessa emittente austriaca: “Due piloti vincenti nello stesso team potrebbero funzionare, come accadde con me e Daniel (Ricciardo, ndr). Non avrei problemi con Seb come compagno di squadra”.

E a raccomandarlo c’è anche un altro grande ex dei Bibitari come Mark Webber, che del quattro volte iridato tedesco fu compagno di squadra, e oggi sprona così il team di Milton Keynes: “Red Bull, dai!”. Insomma, per ora è solo un’ipotesi di fantamercato, ma forse presto il Vettel-bis alle Lattine potreste diventare qualcosa di più.

Leggi anche —> Vettel incontra la Red Bull (violando le regole). E finisce nel mirino della Fia

Sebastian Vettel (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel (Foto Ferrari)