Tim Gajser e Mitch Evans pronti a riprendere il campionato MXGP. Triplo round in Lettonia ad agosto, per il pilota sloveno ricomincia l’assalto al titolo.

Tim Gajser e Mitch Evans

Dopo una lunga pausa a causa della pandemia Covid, il 9 agosto ritornerà in pista anche il Mondiale MXGP in Lettonia sulla pista di Kegums. Anche per il motocross calendario cambiato radicalmente e più tappe su uno stesso tracciato, gare infrasettimanali e un nuovissimo format giornaliero.

Tim Gajser è pronto a riprendere la sua cavalcata verso il titolo, ma dovrà fare i conti con Jeffrey Herlings in primis. Con due vittorie su quattro gare, il pilota della Honda CRF450RW a Kegums proverà il sorpasso ai danni del rivale KTM, con tre gare in sette giorni (9-12-16 agosto). “Sono stato davvero sorpreso di vedere il nuovo calendario, soprattutto per fare tre gare a Kegums e anche tre gare a Lommel. È così, quindi so che ho bisogno di lavorare sodo nella sabbia profonda da questo momento e cercare di prepararmi il più possibile. Non vedo l’ora di tornare a correre dopo una pausa così lunga. Mi mancano le gare, i fine settimana sulle piste, quindi sono entusiasta di tornarci”.

Il nuovo format prevede prove, qualifiche e gare nello stesso giorno. “Dobbiamo essere pronti a lavorare sulla configurazione della moto in modo rapido ed efficiente – ha proseguito Tim Gajser -. Per fortuna, so di avere una squadra davvero buona intorno a me, quindi sono fiducioso di potercela fare”.

Per il suo compagno di squadra Mitch Evans, questa pausa gli ha permesso di riprendersi dall’infortunio alla spalla che ha subito a Valkenswaard al secondo round. In Lettonia dovrebbe però essere quasi al 100%, anche se avrà solo una settimana per allenarsi sullo sterrato, a causa della riabilitazione ancora in corso. “Non sono sicuro se sarò al 100% per allora… Non ho mai avuto un infortunio come questo, con così tanto tempo lontano dalla moto, quindi è stata dura”.

Tim Gajser