La Mercedes fa retromarcia. Dal prossimo weekend torna d’argento?

0
1771

Il boss Mercedes Wolff ha espresso forti preoccupazioni al termine del GP dell’Austria a proposito del colore della W11.

Mercedes (©Getty Images)

E’ molto probabile che l’elegante Mercedes nera che abbiamo visto in azione nel primo weekend della F1 2020 in Austria si trasformerà un ricordo per una ragione puramente tecnica.
Va precisato che il cambio di livrea era stato effettuato su pressione di Lewis Hamilton il quale, interessato a fare qualcosa di concreto per sostenere la campagna contro il razzismo Black Lives Matter aveva chiesto al team di fare una deviazione dalla tinta abituale.

Accontentato per il debutto stagionale, il 35enne potrebbe però dover rinunciare alla sua iniziativa già dal prossimo fine settimana. I tecnici della scuderia avrebbe espresso perplessità circa l’influsso negativo del nero sulle prestazioni dell’auto che sarebbe sempre a rischio surriscaldamento. “La comunicazione e il marketing sono importanti, ma se ciò danneggia la performance dalla macchina occorre intervenire”, ha dichiarato il responsabile dell’equipe Toto Wolff al quotidiano finlandese Iltasanomat. “Domenica prossima potremmo toccare i 30 °c, quindi in fabbrica faremo delle simulazioni con i due tipi di pittura e analizzeremo se differiscono”.

Perché Hamilton ha perso il podio

A creare grattacapi alle Frecce d’Argento in quel del Red Bull Ring ci ha pensato pure Ham che, penalizzato di 5″ per il contatto con la RB16 di Alex Albon nelle battute conclusive della corsa, non è riuscito a gestirsi per conservare la top 3 occupata fino a quel frangente. Per farcela avrebbe dovuto superare il compagno di box Bottas che era al comando, ma il team ha preferito non creare da subito casi diplomatici e tensioni interne.

“C’è stata una discussione, ma era una situazione confusa”, ha spiegato il dirigente austriaco. “Avevamo fatto qualcosa del genere a Budapest molti anni fa e rischiammo di essere quasi sorpassati da Verstappen. Avrei dovuto spiegare a Valtteri cosa stava succedendo. Troppa complessità per fare un tale passaggio. Troppi rischi”.

Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)

Chiara Rainis